Crea sito

Carnia: legge sull’Unione, Tondo si prende la responsabilità sui ritardi della riforma

03/02/2013
By
Share:
Condividi

di Tanja Ariis.

Il presidente del Fvg, Renzo Tondo, ieri nella riunione con i sindaci della Carnia ha chiesto loro scusa e si è accollato tutta la responsabilità per le inadempienze ed i ritardi della Regione rispetto a quanto previsto dalla legge istitutiva delle Unioni dei Comuni Montani, ma ha incitato i primi cittadini a proseguire il percorso intrapreso. Il gruppo di sei amministratori comunali (Luciano Sulli, Dario Iuri, Maurizia Plos, Flavio De Stalis, Lino Not ed Emo Chinese) che avevano interrotto con una lettera, a causa della mancanza di risposte ai chiarimenti richiesti, la loro attività all’interno di quel percorso (diversi erano membri della cabina di regia), ancora non scioglie le riserve in questo senso. Deciderà nei prossimi giorni. Esso chiedeva che la Regione mettesse mano ad alcuni punti oscuri della legge sulla distinzione delle funzioni tra Comuni e Unione. Ma la riunione di ieri non pare aver aperto grandi spiragli: per Tondo, accompagnato dall’assessore Savino, qualche piccolo ritocco alla legge potrà esserci, ma è quello il vestito da cucirsi addosso e non ci sono carenze tali da compromettere il lavoro che i sindaci hanno fatto sinora. Nonostante l’impasse dovuta al cambiamento di tre assessori regionali alle autonomie locali, ha osservato, la Carnia ha lavorato al suo Statuto, pronto ad essere votato. «Il presidente – commenta il sindaco di Cavazzo Carnico, Dario Iuri – si è accollato tutta la responsabilità per le inadempienze della Regione e ci ha raccomandato di fare fronte comune e andare avanti. Almeno la nostra lettera è servita a far convocare questa riunione, ma non vedo nulla di nuovo». Ieri erano presenti i rappresentanti di 27 Comuni (assente Cercivento) sui 28: sindaci, ma anche molti assessori e consiglieri comunali. L’amministratore temporaneo della Comunità montana, Dario Zearo, ha spiegato che la mancanza di risposte dell’assessore regionale alle autonomie locali all’odg di fine luglio ha creato una frattura tra i sindaci, arrabbiati con la Regione, e ha fatto arenare i lavori dell’assemblea. Per questo Zearo ha indetto la riunione con Tondo e ne è soddisfatto: a parte i distinguo di alcuni contrari, come i sindaci di Paularo e di Rigolato, il clima gli è parso più disteso. «Credo–dice-che lo cominciamo a capire tutti: la Carnia ha bisogno di unire le forze, specie in momenti come questi. Ritengo di aver fatto bene ad indire questa riunione, da cui sono emersi segnali più concilianti». Grande rimane la preoccupazione dei sindaci per il patto di stabilità. Mercoledì Tondo e l’assessore regionale Sandra Savino saranno a Roma per negoziare col Governo un allentamento dei vincoli, senza il quale «la Regione – dice Zearo – non sarà in grado di fare la finanziaria 2014 ed i Comuni i bilanci di previsione».

Tags: , , , , ,

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aldo Rossi su iTunes

Discografia

Double CD "La vite e la Muart"

Meteo Tolmezzo

Aldo on Youtube

Loading...