Crea sito

Friuli: video Padre Gabriele, un (presunto) guaritore dal look curatissimo …

30/11/2008
By

Quello che secondo me a prima vista, ti fà capire che il tipo non te la racconta giusta, è che per essere un prete che si dice a contatto con la gente e che vive tra la gente, ha un bel pò di tempo a disposizione per curare il look (date un occhio alle basette 🙂   A quanto dicono i fedeli invece, il momento più intenso della cerimonia di padre Gabriele Fiume arriva dopo ore di preghiere, canti, riflessioni e litanie che in un crescendo di intensità portano alcune persone a commuoversi fino alle lacrime, a inginocchiarsi, ad abbracciarsi. Poi il padre dei miracoli va incontro ai “suoi” fedeli, appoggia le mani sulle tempie di chi si fa avanti, sussurra qualche parola e molti si lasciano cadere sul pavimento. Restano lì, immobili per alcuni minuti. E’ il «riposo dello spirito», spiegano, una delle tante manifestazioni dello Spirito Santo.«Le ginocchia si piegano – racconta Sergio dopo essersi rialzato –, sei cosciente, ma senza forze e ti abbandoni a un totale stato di benessere. Non è uno svenimento. Come ti senti? E’ una sensazione intensa e bellissima, come di pace interiore. Per provare questa esperienza spirituale ho dovuto aspettare otto anni. Andavo sempre a Medjugorje, ma quando ho incontrato padre Gabriele ho subito capito che è un grande sensitivo e, guidato da lui con le sue preghiere, ho raggiunto il riposo dello spirito. Vengo qui ogni mese per pregare perché mi sento bene e poi ormai è come se fossi a casa mia. Ho conosciuto tante persone con le quali ho costruito un ottimo rapporto di amicizia».
Anche Fiorina, una donna friulana che frequenta il centro culturale San Charbel regolarmente, non ha dimenticato la sua prima esperienza di riposo dello spirito: «Ho pianto tanto, non riuscivo a smettere e mi vergognavo, ma solo così sono riuscita a superare un dolore con il quale convivevo da troppo tempo. Sono credente e vado sempre in chiesa, però grazie a padre Gabriele mi sento meglio». Ieri a “cadere” dopo la “benedizione” di padre Gabriele sono state una ventina di persone. Molte altre si sono fatte toccare la testa, ma sono rimaste in piedi, come Silvia, per esempio, che è venuta da Padova insieme alle due figlie perché incuriosita da quello che ha sentito sull’abate ortodosso. «E’ sicuramente una persona carismatica – ha riferito al termine della funzione – forse ci tornerò».
Nel salone ieri c’era più di un centinaio di persone. Anche oggi padre Gabriele sarà a disposizione dei fedeli. Due volte al mese, nelle mattinate di sabato e domenica sono in programma i colloqui personali e le confessioni, mentre nel pomeriggio seguono le funzioni religiose e laiche sempre negli spazi delle Edizioni Segno e del Centro culturale San Charbel. «Le persone vengono qui – spiega padre Gabriele – perché hanno dei problemi, ma non perché sono pazze o psicologicamente labili, come qualcuno dice. La cosa più importante per me – prosegue – è annunciare la Parola di Dio, che è il compito di qualsiasi prete». Da cattolico padre Gabriele è diventato ortodosso e si è specializzato in messe di guarigione.
«Cristo – sottolinea – ci ha lasciato tre comandi: comunicare il Vangelo, scacciare i demoni e guarire i malati. Una Chiesa che manca di queste cose è una Chiesa con gravi carenze e forse è questo che oggi molte chiese sono vuote. Qui invece ogni volta i fedeli presenti sono parecchie centinaia. E sono tanti quelli che guariscono. Non solo dalle malattie dello spirito, ma anche dal cancro, dal diabete, da qualsiasi morbo. Ci sono alcuni che vengono con le stampelle e poi le buttano via, ma non sono io che guarisco, io prego e basta». Secondo padre Gabriele però «non è questo l’obiettivo dei nostri incontri, lo scopo è la nuova evangelizzazione».
Rispetto alle critiche ricevute dalla Chiesa invece l’abate precisa: «La Chiesa cattolica, invece di occuparsi della mia opera di cura pastorale, pensi a dare le risposte che la cristianità attende su altre questioni come i preti pedofili, la morte misteriosa di Papa Luciani e il ruolo della Santa Sede nel rapimento di Emanuela Orlandi»

Tags: ,

Blog di Aldo Rossi

Questo è il blog di Aldo Rossi, cantautore Friulano. Ci trovi musica e news dalla Carnia e dal Friuli.

User On line

Utenti: 1 ospite, 4 bot