Crea sito

Udine: 34 cuccioli di cane dall’Ungheria nascosti in auto

02/02/2010
By
Share:
Condividi


Trentaquattro cuccioli di cane trasportati illegalmente dall’Ungheria, in precarie condizioni igieniche e di salute, sono stati scoperti dalla Polizia Stradale nel bagagliaio di una vettura sull’autostrada A23 Udine-Tarvisio . La scoperta e’ stata fatta durante un controllo nella zona di Treppo Grande (Udine). I cuccioli (23 di razza chihuahua e undici bulldog inglesi, nati da poche settimane) erano in cinque scatoloni di cartone. Due uomini che trasportavano i cuccioli – O.M, 71 anni, e M. L. (39), entrambi cittadini italiani – sono stati denunciati per il reato di maltrattamento di animali.

Tags: , ,

9 Responses to Udine: 34 cuccioli di cane dall’Ungheria nascosti in auto

  1. 03/02/2010 at 07:36

    Aggiornamento del 03/02/2010
    Bellissimi, infreddoliti, alcuni con qualche patologia, tutti in condizioni igieniche pessime dentro le scatole di cartone. È così che l’altra notte una pattuglia della polizia stradale di Amaro ha scoperto 34 cuccioli ammassati nel bagagliaio di una Marcedes station wagon che, entrata in Italia attraverso la frontiera tarvisiana, stava percorrendo l’autostrada all’altezza di Treppo Grande.
    Immediata l’attivazione degli agenti della squadra mobile della questura udinese che sono intervenuti anche con gli agenti della Scientifica, quindi degli uomini del corpo forestale e, subito dopo, dei volontari dell’Enpa. Erano le due di notte e stava nevicando. Uno dei sequestri più significativi nell’ambito di traffico illegale dall’Est in forte espansione, come hanno spiegato il dirigente Ezio Gaetano e l’ispettore capo della Mobile Daniela Furioso.
    Gli animali, 23 di razza chihuahua e 11 bulldog inglesi, avevano dai 50 ai 60 giorni: per legge i cuccioli possono varcare la frontiera dopo 3 mesi e 21 giorni e con tutte le vaccinazioni richieste. Provenivano dall’Ungheria ed erano quasi certamente destinati al mercato nero, dove esemplari di queste razze possono essere pagati anche mille euro ciascuno. A condurre l’auto due persone residenti a Bergamo, O.M. di 71 anni e M.L. di 39, che sono stati denunciati per maltrattamenti, mentre l’auto è stata sequestrata. Gli animali, dopo le prime amorevoli cure delle volontarie che hanno provveduto a rifocillarli e a riscaldarli con delle coperte e, per quanto possibile, a pulirli, sono stati sistemati in ceste e trasportini e condotti nel canile municipale di via Lumignacco a Udine, dove il veterinario dell’azienda sanitaria 4 ha provveduto a lle prime cure.
    Ora bisognerà stabilire se sono stati vaccinati con la dose antirabbica, cosa che appare poco probabile, quindi i cuccioli verranno sottoposti a profilassi e tra un mese, 40 giorni circa, sarà possibile darli in adozione. La questura invita chi volesse prendersene cura in via temporanea a contattare i responsabili inviando un fax al numero 0432 413777. Già ieri, non appena la notizia del sequestro si è diffusa attraverso i mass media, moltissimi, e non solo dal Friuli ma da tutta Italia, sono stati coloro che hanno telefonato alla polizia di Udine, di Amaro e della Frontiera dicendosi disponibili ad adottare uno dei cagnolini.
    «Il traffico illecito di cuccioli dall’Est sia verso altre regioni italiane, sia all’estero, è in preoccupante aumento», hanno ricordato ieri in questura il coordinatore del nucleo di vigilanza ambientale della Forestale, Stefano Rho, e l’ispettore capo del corpo forestale Marvi Poletto.
    Sul fatto è intervenuta anche la Lav, lega antivivisezione, per ricordare «l’appello ai capigruppo in Senato affinché sia al più presto approvato il disegno di legge che fornirà idonei strumenti normativi per punire coloro che introducono illegalmente cani e gatti nel nostro Paese»

  2. utente anonimo
    03/02/2010 at 22:00

    avrei tanto voglia di adottare uno di questi bellissimi bulldog …    come fare? ????????????????

  3. utente anonimo
    03/02/2010 at 22:16

    mi picerebbe vedere le foto dei cuccioli

  4. 04/02/2010 at 20:45

    Aggiornamento del 04/02/2010

    I trentaquattro cuccioli di chihuahua e bulldog inglesi trovati domenica dalla Polizia stradale hanno già centinaia di potenziali padroni pronti ad adottarli.
          La notizia dei cagnolini ha fatto il giro d’Italia: al traffico illegale dei cuccioli ha dedicato un servizio anche un telegiornale nazionale. Così in un solo giorno gli uffici della Squadra mobile sono stati subissati di telefonate (circa cinquanta solo nella mattinata di ieri) e tantissimi fax (erano già 300 a metà giornata) con la richiesta di adottare un amico a quattro zampe. Dal Friuli Venezia Giulia alla Sicilia, dal Veneto alla Sardegna, in meno di 24 ore si è attivata una catena di solidarietà verso quei cuccioli che hanno suscitato tanta tenerezza.
          La maggior parte degli aspiranti padroni dichiara di avere un giardino spazioso e bambini con cui far giocare i cani. “Mi piacerebbe adottare un bulldog – si legge in una richiesta – non vorrei strafare ma se doveste ritenermi adatta sarei disposta ad adottare anche un cucciolo di chihuahua”. Oppure “siamo una famiglia amante degli animali” e c’è pure chi chiede una coppia. Le buone intenzioni non mancano, spetta però alla Procura fornire indicazioni per valutare ogni singola richiesta di adozione nella totale certezza che i cuccioli trovino famiglie affettuose ed effettivamente in grado di prendersi cura di loro: un cane non è un giocattolo da abbandonare

  5. utente anonimo
    10/02/2010 at 15:47

     devi mandere un  fax alla questura di udine ma ormai e’ troppo tardi penso…perche’ gia dopo 2 ore dall’avviso al TG5 erano a 500 richieste

  6. utente anonimo
    11/02/2010 at 19:49

    ci sono altri aggiornamenti a riguardo? In che modo verrano scelte le famiglie adottive? Non si sa ancora nulla?

  7. utente anonimo
    13/04/2010 at 10:16

    vorrei sapere come bisogna fare x adottare un cucciolo?

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aldo Rossi su Spotify

Acquistare i CD fisici di Aldo Rossi

Double CD "La vite e la Muart"

Meteo Tolmezzo

Aldo on Youtube

Loading...