Aldo Rossi live al convegno “Dal silenzio al dire, dal dire al fare: come rispondere alla violenza contro le donne”

_25112014

Parteciperò con alcune mie canzoni, alcune riguardanti il tema dell’incontro, al convegno “Dal silenzio al dire, dal dire al fare: come rispondere alla violenza contro le donne”. Con la moderazione di Francesco Brollo, Sindaco di Tolmezzo e giornalista, si susseguiranno gli interventi di: Immacolata Tromba, operatrice del centro antiviolenza di Trieste, sul  tema “da problema privato a questione pubblica”; Stephanie Agostinis, che illustrerà il suo studio in merito alla “violenza sulla donna in Carnia”; Pier Paolo Pillinini, Direttore S.O.C. Medicina d’Urgenza dell’Ospedale di Tolmezzo, che illustrerà il progetto del pronto soccorso “codice rosa: un percorso speciale per chi subisce violenza”; Barbara Comparetti, presidente dell’Ordine degli Avvocati di Tolmezzo, che parlerà del “ruolo dell’avvocato”; Alberto Terasso, giornalista, che parlerà della  “violenza descritta dai mass media e la responsabilità del giornalista”.
L’immagine-logo dell’evento è molto significativa: una donna, vestita di rosso, che sfugge dal vortice nero della violenza che cerca di intrappolarla, incoraggiata e sostenuta da palloncini rossi che l’aiutano ad incamminarsi verso una nuova dimensione sicura; i palloncini rossi sono tutti coloro che, con vario titolo e qualifica, contribuiscono a trasformare il destino della donna, che appare così non più ineluttabile.  

Un pensiero su “Aldo Rossi live al convegno “Dal silenzio al dire, dal dire al fare: come rispondere alla violenza contro le donne”

  1. federica nodale

    Benvengano iniziative come questa…
    Dove l’argomento viene trattato in maniera seria e competente…non come nelle trasmissioni di intrattenimento dove si specula su dolori familiari e personali sollecitando quasi… un malsano guardonismo mediatico.
    Scordando che davanti alla tv ci sono bimbi che passano dalle Favole ad un mondo di ingiustificata violenza…..e adulti sconvolti e mi auguro mai rassegnati di fronte ad una realta’che ci riguarda tutti da vicino…
    Una tv che si sostituisce a carabinieri e indagini ed entra troppo nei dettagli….
    Si’a canzoni dai messaggi positivi..
    Si’ alla vicinanza alle donne
    Si’a chi ci fa capire come si e’arrivati a questo punto.
    Si’a chi puo’aiutare..ed educare al rispetto.

I commenti sono chiusi.