Crea sito

Alessandra andrà alla guerra?

Dal Gazzettino di oggi

E adesso che farà, l’ex first lady del Carroccio? Incasserà la batosta aspettando tempi migliori che il commissario leghista Manuela Dal Lago pare stia già ipotizzando (si parla di futuri incarichi, fors’anche di Governo), oppure uscirà sbattendo la porta dalla casa della Lega? Magari per riprendere quel dialogo trasversale con Illy che tanto aveva fatto discutere nei mesi scorsi?

Impossibile chiederlo direttamente a lei perché ieri, per tutta la giornata, il cellulare di Alessandra Guerra ripeteva la litania della segreteria telefonica e i messaggi non ricevevano risposta. Nel Carroccio però l’analisi della situazione è chiara: il quarto posto nell’elenco dei candidati alla Camera è una "punizione" per l’ex sfidante di Illy, alla quale si rimproverano alcune scelte del recente passato, prima fra tutte l’alleanza con Pottino (oggi nel Pdl) che portò alla doppia candidatura pordenonese alle politiche 2006 e a una spaccatura del partito. Ma forse hanno pesato, come si diceva, anche le voci degli ultimi mesi su un possibile accordo con Illy, in caso di corsa solitaria della Lega, patto che avrebbe portato la Guerra alla presidenza del Consiglio regionale. Certo che dopo 15 anni di Regione ai massimi livelli di visibilità – ragionano gli amici di Alessandra – perdere tutti gli incarichi fa male. Anche perché alla Guerra non è stata offerta alcuna chance: con il quarto posto è praticamente impossibile entrare in Parlamento. La storica autonomista friulana è finita dietro il giovane segretario triestino Massimiliano Fedriga, terzo dell’elenco per la Camera, che può ancora sperare in un posto nel paradiso della politica.

Una risposta a “Alessandra andrà alla guerra?”

  1. Aggiornamento: è andata alla guerra!

    L’ex Presidente della Regione Friuli Venezia Giulia Alessandra Guerra, ha ritirato oggi, in Corte d’Appello, a Trieste, la propria candidatura alla Camera per la Lega Nord. Lo ha riferito la stessa Guerra, interpellata dall’ANSA. ”Mi sento serena e sollevata”, e’ stato il suo unico commento. Guerra esce cosi’, dopo 15 anni di impegno politico, da qualsiasi competizione elettorale non essendo stata candidata dalla Lega Nord per il Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia. Guerra e’ stata Presidente della Giunta regionale del Friuli Venezia Giulia nella settima legislatura dal luglio 2005 al novembre 2005 (quando divenne anche presidente dell’Associazione tra le Regioni d’Italia) e, nel 2003, candidata alla Presidenza della Regione per il Centrodestra, e’ stata sconfitta da Riccardo Illy. Da tre legislature in Consiglio regionale, Guerra e’ stata a lungo assessore regionale alla Cultura. La Lega Nord non l’ha inserita nelle proprie liste per il Consiglio regionale e, per la Camera, l’aveva inserita al quarto posto, senza alcuna possibilita’ di elezione.

I commenti sono chiusi.