Crea sito

Amaro: nella legge Finanziaria regionale prevista la liquidazione di Agemont

http://www.area.trieste.it/opencms/export/area/it/DomoticaFVG/Newsletter/Domotica/logo_Agemont.jpg

La Regione Friuli Venezia Giulia ha deciso di mettere in liquidazione la società partecipata Agemont, l’agenzia per lo Sviluppo Economico della Montagna. “Alla luce della situazione di perdita strutturale e della sostanziale impossibilità di conseguire l’oggetto sociale, l’Amministrazione regionale è autorizzata ad attuare ogni operazione finalizzata allo scioglimento e alla liquidazione della Società Agenzia per lo Sviluppo economico della Montagna Agemont S.p.A.”.

È questo il testo dell’emendamento modificativo dell’articolo 12 del disegno di legge sulla Finanziaria regionale 2015, attualmente all’esame del Consiglio regionale, proposto dalla stessa Giunta e illustrato oggi dall’assessore regionale alle Finanze del Friuli Venezia Giulia Francesco Peroni, nella seduta della I Commissione consiliare che ha proseguito l’esame della manovra di Bilancio.

Nel secondo comma dell’emendamento si specifica che “la Giunta regionale è autorizzata, in vista della partecipazione all’Assemblea straordinaria per la messa in liquidazione della Società, ad impartire con propria deliberazione gli opportuni indirizzi operativi”.

Nata nel 1989, Agemont ha mutato nel corso del tempo il suo assetto societario e organizzativo: originariamente era controllata direttamente dalla Regione, poi è stata trasferita alla finanziaria regionale Friulia, infine è di nuovo subentrata la Regione come socio unico. Un primo tentativo di riorganizzazione c’è stato nel 2011, con lo scorporo dei diversi rami d’azienda (Agemont Immobiliare, Agemont Centro di Innovazione Tecnologica) e l’obiettivo di cedere di nuovo la partecipazione a Friulia.

A rendere impraticabile questa strada sono intervenuti sia ostacoli di natura operativa (lo Statuto di Friulia), sia i risultati di una perizia affidata a un professionista per stimare il valore dell’intera partecipazione azionaria di Agemont. La perizia ha messo in luce le perdite strutturali e costanti nel corso di tutta vicenda societaria dell’Agenzia, l’attuale situazione estremamente negativa con la mancanza di prospettive e una liquidazione strisciante di fatto in corso.

Lo stesso perito ha indicato come ipotesi quella della liquidazione di Agemont, con la cessione degli asset che possono essere di interesse di Friulia. La finanziaria regionale ha già manifestato la disponibilità a rilevare dalla procedura di liquidazione tre partecipazioni: IMQ Clima, Marmax e Plast-Optica.

“Intendiamo accompagnare il percorso della liquidazione di Agemont ponendo fine anzitutto a una sterile spirale di perdite – spiega l’assessore alle Finanze Francesco Peroni – concentrando invece ogni sforzo sulla salvaguardia degli asset attivi della Società, e con essi del personale addetto. Il nostro intervento va a tutela del territorio della montagna e della comunità regionale tutta, che trae vantaggio da attività sane e virtuose. Il percorso che si compie oggi con la Finanziaria 2015 prende atto di un destino che per Agemont fu scritto sin da quando, anni or sono, si scelse di privarla dei principali rami d’azienda, destinandoli ad altra collocazione societaria”.