Appuntamenti 2009 della Filologica in Carnia

La sede di Tolmezzo della Società Filologica Friulana – in collaborazione con Comunità Montana della Carnia, Museo Carnico delle Arti e Tradizioni Popolari e BarTeatro di Tolmezzo – ha predisposto un calendario di eventi per il primo semestre 2009. Gli appuntamenti, a cadenza mensile, si terranno tutti nel capoluogo carnico, di venerdì alle ore 18.00.
 
Si parte il 30 gennaio, presso il Museo Gortani, con la presentazione del volume La toponomastica di Sauris. Un’isola tedescofona in terra di Carnia– frutto della ricerca di Barbara Cinausero con la collaborazione di Ermanno Dentesano – inserito nella collana della Filologica “Quaderni di toponomastica friulana”. L’opera, edita insieme con il Comune di Sauris, sarà introdotta dal professor Giovanni Frau.
 
Venerdì 20 febbraio, nuovamente in Museo Gortani, sarà la volta della presentazione di Arte in Friuli,il poderoso volume curato da Paolo Pastres in cui, nel ripercorrere la storia dell’arte friulana dal Quattrocento al Settecento, si riserva uno spazio importante anche alla scultura lignea e alla pittura in Carnia. Quella stessa sera verrà inoltre inaugurato dall’insegnante Gloria Angeli il Corso pratico di lingua e cultura friulana programmato, per il secondo anno consecutivo, proprio nel capoluogo carnico.
 
Il terzo appuntamento, venerdì 20 marzo, nella suggestiva sala con caminetto del BarTeatro di Tolmezzo, è con Dino Persello, Maria Luisa Rosso e il loro Lamps…a lûs piades, un’esibizione molto originale durante la quale lo spettatore è condotto per mano in un viaggio attraverso quel mosaico di suoni e colori che nasce dall’intrecciarsi delle diverse varietà della lingua friulana.
 
 
 
Si arriva a venerdì 24 aprile e a una nuova tappa al Museo Gortani con il convegno Le pietre nobili di Carnia. Le cave di Verzegnis, Forni Avoltri, Timau e dintorni. Sono previsti gli interventi di Adriana Stroili, Novella Del Fabbro e Laura Plozner. Si tratta di un’iniziativa nuova sul territorio, volta a fornire preziose informazioni sul prestigio e la storia delle nostre cave e nel contempo spunti e stimoli per il futuro.
 
Spaziando dunque dalla storia dei luoghi e dei loro nomi a quella dell’arte, passando attraverso il teatro e la lingua, non poteva a questo punto mancare la musica. Così, venerdì 22 maggio, presso il Centro di coordinamento della Carnia attiguo al Museo Gortani, il cantautore tolmezzino Aldo Rossi intratterà gli ospiti con la sua più recente produzione, un simpatico disco dal titolo piuttosto curioso, Curtis ghitaris e curtìs, le cui canzoni, da buon friulano, Rossi ha scritto, musicato e prodotto di bessôl.
 
Il ciclo di eventi si chiuderà al Museo Gortani venerdì 19 giugno, questa volta con un’incursione nelle usanze e tradizioni popolari grazie alla presentazione del volumetto di Roberto Tirelli Il pellegrinaggio alpino a Maria Luggauedito dal Centro Culturale J. F. Kennedy di Forni Avoltri.