Carnia: Valle del But e val Pontaiba fanno squadra, nasce il patto tra Comuni per l’energia

http://www.cjargne.it/images/secab.jpg

di Gino Grillo.

Al via lo sviluppo di un piano d’azione condiviso orientato all’autosufficienza energetica per i Comuni di Paluzza, Treppo Carnico, Ligosullo, Sutrio, Cercivento, Ravascletto, Comeglians, Arta Terme, Zuglio e Paularo. Obiettivo numero uno ovviamente, tenere alla klarga i black-out. Questi enti svilupperanno il piano d’azione orientato all’autosufficienza energetica con il contributo finanziario della regione, della Provincia di Udine e di Secab – Società elettrica cooperativa Alto Bût e con la collaborazione tecnica di APE – Agenzia per l’energia del Fvg, di Legambiente e di Arpa. Il progetto prevede l’elaborazione di un piano d’azione orientato all’autosufficienza energetica dei dieci Comuni coinvolti. Le amministrazioni individueranno insieme alla comunità una serie di misure da attuare nei prossimi anni, pianificando congiuntamente il futuro energetico del territorio. Il piano permetterà quindi di andare oltre le singole iniziative progettuali per prendere in considerazione uno sviluppo condiviso del territorio in tutti gli aspetti connessi con un utilizzo sostenibile dell’energia. In tal senso si è costituito l’Energy-team, di fatto il gruppo di coordinamento del progetto, composto da referenti tecnici e politici delle amministrazioni comunali coinvolte, da un referente Secab e dai tecnici di Ape e Legambiente. Il suo sistema di coordinamento è basato sulla chiarezza dei ruoli e sulla trasparenza delle decisioni. Il sito internet interamente dedicato al progetto (www.energiecomuni.info) permette ai cittadini di visionare i nomi dei referenti, i report degli incontri e di essere aggiornati sugli eventi. Il progetto non potrà prescindere dal processo partecipativo sia nella fase di consultazione, attraverso l’informazione e il coinvolgimento di tutti i cittadini, sia nelle fasi di pianificazione e progettazione, attraverso la cooperazione di tutti i portatori di interesse e delle amministrazioni.. Autosufficienza energetica significa ridurre i consumi e produrre energia con risorse locali; la realizzazione pratica dell’autosufficienza energetica si traduce in efficientamento energetico, mantenimento delle risorse economiche sul territorio, creazione di posti di lavoro, diminuzione dei costi dell’energia sfruttando biomassa locale, idroelettrico e sole, migliorando la qualità della vita.

Un pensiero su “Carnia: Valle del But e val Pontaiba fanno squadra, nasce il patto tra Comuni per l’energia

  1. Vincenzo Peresson

    Finalmente una notizia buona, speriamo bene visti i precedenti comportamenti. Ne e’ l’esempio il teleriscaldamento di Arta, dove i cittadini hanno dovuto costituirsi in associazione, prendersi in avvocato per curare gli interessi della collettivita’. La comunita’ montana che dovrebbe essere per i cittadini non si capisce che interessi tutela. Ben venga l’autosufficenza energetica sftuttando le risorse che il nostro territorio fortunatamente ci mette a disposizione

I commenti sono chiusi.