Cercivento: gara di solidarietà in Carnia per il piccolo malato di leucemia

di Gino Grillo.
Gara di solidarietà in Carnia, ma non solo, per Simone, un bimbo di quattro anni appena compiuti che sta lottando contro la leucemia. Appena si è saputo – difficile in un piccolo paese di montagna dove tutti si conoscono tenere nascoste queste notizie – la popolazione non si è chiusa nel silenzio, ma si è fatta partecipe dello sgomento della famiglia colpita da questo dramma. Tutti si sono dati da fare: immediata una raccolta di fondi indetta dalla parrocchia con don Harris, dalla riserva di caccia con Edimiro Della Piera e dal bar Da Victoria. «E’ stata una gara di solidarietà e di vicinanza – ha raccontato il papà di Simone – che ci conforta in questo momento, uno dei più brutti che stiamo attraversando». I genitori, che hanno pure una figlia di 10 anni, hanno scoperto la malattia di Simone nel giorno di San Valentino. «Lamentava mal di pancia e dolori alle gambe. Lo abbiamo portato all’ospedale di Tolmezzo dove, tramite anche un’analisi del sangue, gli è stato diagnosticato il male». Da qui Simone è stato immediatamente indirizzato al Burlo Garofolo di Trieste. «Debbo ringraziare il reparto di pediatria di Tolmezzo, hanno subito compreso cosa affliggeva mio figlio – racconta il padre – e ci hanno trattato con molta professionalità e umanità. Lo stesso trattamento che abbiamo ricevuto a Trieste». È nel momenti meno felice che si conoscono gli amici. «Qui in paese– prosegue il genitore – tutti ci sono stati vicini, moralmente ma anche concretamente, chi con offerte di denaro, chi dicendosi pronto a portare il bambino due volte la settimana a Trieste per le cure e in altre maniere». Simone è già in cura, ogni martedì e sabato si reca a Trieste per la chemioterapia, poi deve rimanere chiuso in casa. I medici hanno detto che Simone ha il 90 per cento di possibilità di recuperare completamente, ma saranno necessari due anni di sacrificio. Le sue condizioni immunitarie sono al minimo, per cui vanno evitati contatti con altre persone, diminuiti anche i giochi con la sorellina, alla quale i genitori hanno parlato a lungo su quanto accade. Intanto Simone trascorre le giornate, quando non è in ospedale, guardando cartoni animati alla TV e giocando con il Lego. Solidarietà concrete sono giunte tramite il sindaco Luca Boschetti dai Comuni di Cercivento, Moggio e Ovaro e da alcune associazioni che si occupano di casi così. Quanti desiderassero dare una mano alla famiglia possono farlo effettuando un versamento bancaro all’Iban IT35O(lettera “O”) 07601123 00000 61518601 con la causale “Per Simone”.

2 pensieri su “Cercivento: gara di solidarietà in Carnia per il piccolo malato di leucemia

    1. aldorossi

      Ho provato anch’io a fare un versamento e l’home banking mi da errore.
      Però questo è quello ufficiale ho controllato.

      Essendo un IBAN di un cc postale forse si può fare solo dalla posta.

      Ma [email protected]…… è un indirizzo valido?

I commenti sono chiusi.