Concerts laz ….. pa l’arie

Un vento fortissimo e caldo alzatosi improvvisamente attorno alle 21.15 ha annunciato il violento temporale con trombe d’aria che ieri sera ha flagellato un’ampia zona del Basso Friuli, in particolare dal Cervignanese a Grado, facendosi sentire fino a Lignano e in provincia di Pordenone. Annullato dopo le note iniziali l’attesissimo concerto di Eros Ramazzotti all’Isola del sole, ma anche la Traviata all’Arena Alpe Adria di Lignano e la serata con i Nomadi a Carlino. Alberi e pali della luce divelti, rami sull’asfalto, cantine e sotterranei allagati, vigili del fuoco di tutti i distaccamenti periferici mobilitati, assieme alle squadre della Protezione civile. Una sfuriata di neanche mezz’ora, che ha poi lasciato il posto a una regolare pioggia, ma tanto è bastato a creare danni e disagi alla popolazione e ai turisti nelle nostre località balneari. Eros Ramazzotti a Grado è stato costretto a interrompere l’esibizione al terzo pezzo a causa di un vero e proprio tifone. All’Arena Alpe Adria a farne le spese dell’improvvisa tromba d’aria sono stati gli spettatori accorsi per assistere alla Traviata. L’orchestra e il coro della Filarmonica del Veneto erano sul punto di cominciare l’esecuzione dell’opera di Verdi quanto un rumore cupo ha annunciato il crollo della prima scena. Anche al campo sportivo di Carlino la serata musicale ha la durata di tre brani. Erano di scena i Nomadi, che nella nostra regione vantano migliaia di fans. L’uragano ha mandato tutti a casa. <

br />
Nue ce di; in Friul sin simpri i plui fortunaz, anzi …… fortunal 🙁