Friuli: rinviata per motivi istituzionali la visita di Napolitano al 29 e 30 maggio.

Lo ha comunicato stamattina il Prefetto di Udine a Paolo Urbani, sindaco di Gemona, città quest’ultima che assieme ad Attimis e Tolmezzo si prepara ad accogliere il presidente.

La visita in Friuli del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, slitta al 29 e 30 maggio. Per sopravvenuti impegni istituzionali, la più alta carica dello Stato non potrà essere in regione, come programmato inizialmente, il 9 e 10 maggio, ma come detto arriverà alla fine del mese. Al di là dello slittamento di date, il programma della visita dovrebbe restare lo stesso e vedere il Capo dello Stato impegnato in tre tappe tra Porzus, Illegio e Gemona. Il giorno successivo dovrebbe essere a Pordenone.

2 pensieri su “Friuli: rinviata per motivi istituzionali la visita di Napolitano al 29 e 30 maggio.

  1. marco

    Se vuole anche starsene a casa sua, sarebbe molto meglio!

    Questo signore, che come Presidente non mi rappresenta in nulla, dopo un lungo e beato torpore, tra gli scandali più schifosi che si son susseguiti in ambito politico; il puttanaio di Berlusconi e la vergognosa figura a livello internazionale che ci ha fatto fare, la vergogna sullo scudo fiscale, gli scandali sul finanziamento pubblico a partiti e soldi spariti da partiti che nemmeno più esistono, case comprate a insaputa del beneficiario, questo signore dicevo, ha recentemente sbottato contro lo spauracchio dell’avanzata (a suo dire) del “demagogo” Beppe Grillo, difendendo la natura dei partiti, pur auspicando che il marcio venga tolto.

    Ora; al di la che la gente possa aver simpatia per il movimento 5 stelle o meno, mi chiedo come possa un Presidente della Repubblica, che per tutti gli altri scandali e problemi immensi di moralità e senso etico che han investito il nostro paese, e nei confronti dei quali non è riuscito a dedicare troppa energia, se non qualche parolina tiepida, (il Grande Pertini avrebbe al suo posto, lanciato tuoni e fulmini, senza guardare in faccia nessuno)in occasione del discorso sul 25 Aprile, possa criticare apertamente la discesa in campo di un’altra possibile forza politica. Chè sarà mai ora, tutto questo fervore e tutta questo monitare, contro un cittadino italiano, che per legge, ha diritto come gli altri a creare un partito? Dov’era prima con i moniti, quando il Paese era attraversato dalla più
    bassa moralità mai vista nella storia della Repubblica?

    Se ne stia pure a casa sua, sig. Napolitano!

  2. mauro

    Eccolo qui il vostro Presidente Napolitano! Bell’esempio di equità e rispetto per le tasche dei cittadini! Di tutti i cittadini!

    http://www.youtube.com/watch?v=mAbboOlaqNo

    Son solo tre minuti ma meritano; soprattutto per vedere la reazione allucinante del P. Napolitano

    Ricordatevi di questo episodio quando penserete ancora ad applaudirlo come foche ammaestrate!

I commenti sono chiusi.