Giro d’Italia 2007 sullo Zoncolan

Il test era di quelli decisivi. E lo Zoncolan quel test ieri l’ha superato a pieni voti. Sotto quelle tre gallerie poste a un chilometro dall’arrivo ai 1.750 metri del passo ieri mattina l’ammiraglia dell’Ac Bujese, carica di biciclette, è passata agevolmente sotto quelle volte. La carovana rosa, dunque, potrà raggiungere in maggio la vetta.
Bisognerà ora attendere solo l’ultimo sopralluogo degli organizzatori del Giro d’Italia in programma per la metà di novembre, ma anche le ultime barriere che si frapponevano all’arrivo (storico) della tappa in vetta allo Zoncolan dal versante più ostico per i ciclisti sembrano essersi dissolte.
Quando il direttore del Giro, Angelo Zomegnan farà l’ultimo sopralluogo a metà novembre dovrebbe trovare una strada già pronta a ospitare la tappa. Gli ultimi lavori, infatti, potranno essere completati nella prossima primavera.<

br />
Insomma, il più sembra essere fatto anche l’organizzatore Cainero non vuole sbilanciarsi.  Intanto, le ultime indiscrezioni, che giungono dall’organizzazione del Giro 2007, fanno salire ancora di più le quotazioni della tappa che si dovrebbe concludere sullo Zoncolan. La frazione, che dovrebbe partire dall’austriaca Lienz (che ha chiuso già un anno fa un accordo pluriennale con la Rcs) e dovrebbe essere coperta interamente in diretta dalle telecamere Rai, sarà l’ultima in montagna del Giro 2007. Insomma, quella che molti definiscono, a ragione, la salita più dura d’Europa» sarà teatro della sfida finale per la conquista del Giro. Chi perderà sullo Zoncolan avrà solo la cronometro del penultimo giorno sul lago di Garda per rimediare. Forse troppo poco.