Malborghetto: parata di grandi chef per Ein Prosit

di Simonetta D’Este.
Sono sette i percorsi della sedicesima edizione di “Ein Prosit”: itinerari del gusto, mostra assaggio, degustazioni guidate, incontri, laboratori dei sapori, welcome home e cucina della Valcanale. Insomma, un’offerta che accontenta tutti gli appassionati della buona tavola, che possono spaziare dalle cene nei ristoranti alla mostra assaggio nelle sale cinquecentesche del palazzo Veneziano, a Malborghetto, dove si terranno anche le degustazioni guidate, per spaziare negli incontri con presentazioni di guide e di esperienze nel mondo vinicolo, personali di blogger e autori. Sabato 18 e domenica 19, invece, i laboratori proporranno la sperimentazione di gusti e sapori in abbinamento. Cinque saranno le case per altrettante cene con lo chef e per tutti il menu assaggio nei ristoranti della Valcanale. “Ein Prosit” offre anche pacchetti turistici che abbinano i pernottamenti negli hotel con ingressi alla mostra assaggio, degustazioni e cene comprese nel prezzo. 
Le due parole chiave utilizzate più frequentemente per presentare “Ein Prosit”, la principale rassegna enogastronomica del Nordest, che si terrà a Malborghetto e Tarvisio in ottobre, sono qualità e professionalità. Due aspetti che hanno colpito il vicepresidente della Regione, Sergio Bolzonello: «Gli organizzatori hanno capito che quella della qualità è la strada da battere in modo sempre più convinto. Una rassegna di questo tipo in un territorio storicamente costituito da contaminazioni territoriali e culturali è una vera e propria promozione del territorio». Anche il vicepresidente della Provincia di Udine, Franco Mattiussi, è convinto che la strada sia quella giusta: «Tra i consorzi friulani, quello di Tarvisio è quello a cui è bene dare maggiore attenzione per professionalità. Gli enti come il nostro devono sostenere affiancando il privato nelle iniziative e promuovere le iniziative importanti di promozione del territorio, soprattutto in un contesto di spending review». “Ein Prosit” si svolgerà a Tarvisio e Malborghetto da giovedì 16 a domenica 19 ottobre, con un mese d’anticipo rispetto al passato per evitare i disagi legati al maltempo e alle nevicate. Sarà una vera e propria vetrina dell’eccellenza della produzione vinicola, della cucina tipica friulana e italiana, con la partecipazione di una decina di regioni. Il programma della sedicesima edizione è da record: 90 appuntamenti tra cene stellate Michelin, degustazioni guidate, mostre assaggio, laboratori dei sapori (a cura di Enzo Vizzari, direttore delle Guide dell’Espresso) e incontri con 150 tra i più importanti produttori del panorama enogastronomico italiano e internazionale. La rassegna è organizzata dal Consorzio di promozione turistica del Tarvisiano con il patrocinio del Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali e in collaborazione con Regione, TurismoFvg, Banca FriulAdria/Créedit Agricole, Kitchen Aid (main sponsor), Fondazione Crup, Provincia e Camera di commercio di Udine, progetto Score e Interegg IV, Bacino imbrifero montano della Drava, Comunità montana del Gemonese, Canal del Ferro e Valcanale, Comuni di Tarvisio e Malborghetto. Saranno 20 le stelle Michelin protagoniste degli “Itinerari del gusto”, le cene in programma in diversi ristoranti del Tarvisiano con alcuni dei più grandi cuochi italiani, come Chicco Cerea del ristorante Da Vittorio di Brusaporto (3 stelle), il milanese Claudio Sadler dell’omonimo ristorante (2), il marchigiano Moreno Cedroni della Madonnina del Pescatore (2), l’italo-argentino Matias Perdomo del Pont de Ferr di Milano (2), il maestro della pizza Franco Pepe e lo statunitense Hans Rueffert. Gli organizzatori hanno scelto di mantenere i prezzi contenuti (da un minimo di 60 euro) nonostante la qualità dell’offerta sia di primissimo livello. Particolare anche l’appuntamento con le cene nelle case private.

Un pensiero su “Malborghetto: parata di grandi chef per Ein Prosit

I commenti sono chiusi.