Crea sito

Paularo: eccola squadra di Di Gleria, il vicesindaco uscente ufficializza la sua candidatura

di Tanja Ariis.
Il vicesindaco uscente, Daniele Di Gleria, ufficializza la sua candidatura a primo cittadino alle prossime elezioni comunali. Lo supporta una lista civica, già pronta, ed è in preparazione un’altra lista, che ha già incassato l’appoggio di Forza Italia, e auspica di includere altre forze del paese. Di Gleria assicura continuità con l’amministrazione comunale attuale. A 45 anni (46 il 21 aprile) ha alle spalle due anni di assessorato allo sport (sotto l’amministrazione Vuerli curò il passaggio del Giro d’Italia a Paularo) e l’esperienza di vicesindaco in questa tornata amministrativa con i referati opere pubbliche e viabilità. «Abbiamo – afferma – messo in cantiere diverse opere. Ora abbiamo un milione e mezzo di opere già appaltate, come l’intervento, che inizierà la prossima settimana, sulla strada Paularo-Cason di Lanza, nuove asfaltature su tutto il territorio comunale per 120 mila euro, l’ampliamento del centro residenziale per anziani, la sistemazione della palestra comunale (partenza a breve)e l’ampliamento (avvio a breve) del campo sportivo». Nella lista civica ci sono gli assessori Andrea Baschiera, Ivano Fabiani e Renzo De Toni e nomi nuovi di persone (molti i giovani) impegnate nel sociale. Questa lista è già stata chiusa. Di Gleria iniziò a contattare le persone che voleva nella sua squadra un anno fa, quando l’attuale sindaco, Ottorino Faleschini, gli comunicò che non si sarebbe ricandidato e gli evidenziò la necessità per il paese di avere una guida mossa da entusiasmo ed energia per proseguire nel lavoro intrapreso. «Lavoravo a questa lista – spiega Di Gleria – da tempo per creare una squadra spendibile e credibile. La credibilità delle persone è importante. Tutti possono vincere le elezioni, poi però bisogna saper amministrare, gestire un territorio vasto con 11 frazioni e 2600 abitanti». Ottorino Faleschini, che non si ricandida neanche come consigliere, appoggia con convinzione la candidatura del suo vice con alcuni membri di giunta. Il sindaco uscente ricorda alcuni risultati portati assieme a Paularo in 5 anni: 10 milioni di euro di cantieri, il wi-fi, l’inizio della soluzione del problema acqua, i balzi in avanti su raccolta differenziata, scuole, risparmio energetico e attenzione all’ambiente, un comparto commerciale rinnovato, un decremento demografico sotto controllo e capacità di razionalizzazione della spesa pubblica per garantire risorse correnti al Comune: rispetto a 10 anni fa c’è un risparmio di spesa corrente di 200 mila euro, che ha permesso spazi di manovra ampi.