Crea sito

Pradamano: Benetton e Mediaset comprano il Cinecity


Benetton e Berlusconi hanno comprato il circuito di multisale cinematografiche Cinecity per un cifra – secondo indiscrezioni – superiore ai 100 milioni di euro. Più esattamente sono la Space Cinema, leader italiano dell’esercizio cinematografico (51% di 21 Investimenti di Alessandro Benetton e 49% di Mediaset Rti), e i fondi Delta e Gamma, gestiti da Fimit Sgr, hanno acquisito il 100% del circuito Cinecity, terzo operatore del settore, sino a oggi di proprietà di MsRef V (fondo gestito da Morgan Stanley) e della famiglia Furlan  L’operazione, finanziata da Unicredit e Intesa Sanpaolo, ha visto l’acquisto da parte di The Space dell’attività di gestione dei sei Multiplex situati a Cagliari, Padova, Parma, Treviso, Trieste e Pradamano, mentre la proprietà degli immobili è stata acquisita dai fondi gestiti da Fimit. In questo modo, The Space dà vita a un gruppo da oltre 200 milioni di euro di giro d’affari, con 34 strutture e 347 schermi, consolidando un box office di 21 milioni di biglietti (pari al 21% circa del mercato) e raggiungendo una copertura ancora più completa del territorio nazionale grazie a un rafforzamento significativo nel Nord Est

«Sono estremamente soddisfatto dell’operazione che oggi possiamo ufficializzare» ha affermato Giuseppe Corrado, presidente e amministratore delegato di The Space. «Acquisire il circuito Cinecity ci permette di aumentare la capillarità della nostra presenza sul territorio attraverso multiplex ottimamente dislocati e di riconosciuta eccellenza. L’acquisizione di Cinecity – ha proseguito Corrado – rappresenta una tappa importante nella nostra strategia di crescita. L’operazione, molto complessa, ha impegnato noi e i nostri azionisti per molti mesi, ma alla fine siamo riusciti a raggiungere questo ambizioso obiettivo: Cinecity, nel progetto The Space, rappresenta un tassello fondamentale in quanto leader nel mercato Nord Est e gestore di sale moderne, di grande qualità e perfettamente complementari ai nostri insediamenti».
«Il nostro gruppo – ha concluso Corrado – può ora contare su 21 milioni di presenze, ma non vogliamo fermarci qui: proseguiremo con determinazione nel nostro progetto di creazione di valore nell’offerta cinematografica, con l’obiettivo di diventare sempre più partner e punto di riferimento dei distributori del “prodotto – film” e di offrire agli spettatori italiani un modo nuovo di fruire del cinema».