Crea sito

“La mê Rosse” di A. Rossi, video e testo con traduzione in Italiano

01/05/2015
By

La mê

rosse

 

Fer li a cjalâ

daûr di un balcon

la int che si strusse

intal stradon

Sabide sere ducj a implenâ

la scjatule vueite da felicitât

 

Ah ea …

 

Compagnie biele e soridint

si tache la sere cul prin tai di vin

e un tic a la volte vie un butilion

e cualchidun al à za pront un canon

 

Dopo magari no si è mai contents

ven fûr une striche

blancje come il ciment

e in chei moments che tu tires sù

dut al è facil e il coragjo al ven jù

 

Ah ea

 

A è la plui grande fortune che i ai

cuasi une droghe chi sot i miei deits

cualuncue robe mi pos capitâ

sì la mê rosse no mi lassarà

 

Se i cjanti se i rît,

se i vai e i blestemi

se i cridi tal aiar

la mê voie di vivi

intun mont che al sfrute

intun mont che al cope

e chei che a comandin

son simpri chê clape

 

L’amì che al scurtisse e

jei che ti lasse

e dut il lavôr che al finìs

tas scovaces

e i agns che a passin

e i fîs che a cressin

e fra vincj agns

là podaressino jessi

 

Che a seti rabie o disperazion

la plati dentri intune cjançon

no pos badâle o tratâle mâl

ma jei a è simpri chi sot las mês mans

 

A è la plui grande fortune chi ai

cuasi une droghe chi sot i miei deits

cualuncue robe mi pos capitâ

sì la mê rosse no mi lassarà

La mia

(chitarra) rossa

 

Fermo li a guardare

dietro a un balcone

La gente che struscia

nello stradone

Sabato sera e tutti a riempire

La scatola vuota della felicità

 

Ah ea …

 

Compagnia bella e sorridente

Si comincia la sera con un bicchiere

E un po’ alla volta via una bottiglia

E qualcuno tira fuori un cannone

 

Poi magari non si è mai contenti

esce una striscia

bianca come il cemento

e in quei momenti in cui aspiri

tutto è facile e il coraggio vien fuori

 

 

 

è la + grande fortuna che ho

quasi una droga sotto le mie dita

qualunque cosa mi possa capitare

la mia rossa non mi lascerà

 

se canto se rido,

se piango e bestemmio

se grido nel vento

la mia voglia di vivere

in un mondo che sfrutta

in un mondo che uccide

e quelli che comandano

sono sempre gli stessi

 

l’amico che ti ferisce e lei

che ti lascia

il nostro lavoro che finisce

nella spazzatura

gli anni che passano

e i figli che crescono

e fra 20 anni

dove potremmo essere

 

che sia rabbia o disperazione

la nascondo dentro ad una canzone

posso ignorarla o trattarla male

ma lei è sempre qui sotto le mie mani

 

è la + grande fortuna che ho

quasi una droga sotto le mie dita

qualunque cosa mi possa capitare

la mia rossa non mi lascerà

 

Blog di Aldo Rossi

Questo è il blog di Aldo Rossi, cantautore Friulano. Ci trovi musica e news dalla Carnia e dal Friuli.

User On line

Utenti: 7 ospiti, 2 bot