Crea sito

Seefeld: Pittin ancora sul podio 31/01/2010

Alessandro PittinAlessandro Pittin conquista il suo terzo podio della stagione nella seconda Gundersen di Seefeld, ultima gara della Coppa del Mondo di Combinata Nordica prima delle Olimpiadi di Vancouver. Il diciannovenne di Cercivento ha rinunciato a difendere i suoi tre titoli mondiali ai Campionati Mondiali Junior che si stanno svolgendo in questi giorni a Hinterzarten per continuare a fare preziosa esperienza nel massimo circuito che, nonostante le assenze di statunitensi, finlandesi, del leader di Coppa del Mondo Jason Lamy Chappuis e di Magnus Moan, offriva anche a Seefeld un altissimo campo di partenti.

Sesto dopo il Salto dal Trampolino, con un limitato distacco dal leader provvisorio, l’austriaco Gruber, Pittin è partito all’attacco sugli sci stretti per portarsi rapidamente sullo stesso Gruber e sul tedesco Frenzel e fare corsa d’attacco nel tentativo di fare selezione e ritardare al massimo l’aggancio del temibilissimo Felix Gottwald.

Aggancio avvenuto a tre quarti di gara e che ha portato come prevedibile al tentativo di Gottwald di fare selezione nell’ultimo giro: tentativo non riuscito che ha portato alla vittoria l’austriaco Mario Stecher con un secondo di vantaggio su Frennzel mentre Pittin superava in volata Gottwald per raggiungere il terzo podio della sua carriera.

Nelle retrovie, intanto, Giuseppe Michielli, ventinovesimo dopo il Salto, otteneva il secondo tempo assoluto nella frazione di Fondo e risaliva fino al dodicesimo posto finale a 30" da Stecher. E’ sceso, invece, al trentasettesimo posto, dopo il dodicesimo del Salto, Davide Bresadola.

Una risposta a “Seefeld: Pittin ancora sul podio 31/01/2010”

  1. Bruno Tavosanis dal Gazzettino di oggi
    Un altro podio per Alessandro Pittin, un altro terzo posto per confermare che il talento di Cercivento non è più una promessa, ma una splendida realtà. Doveroso sottolineare che nelle ultime due tappa mancavano alcuni dei big della disciplina, ma Alessandro ha comunque lasciato alle spalle nomi importantissimi sia sabato scorso a Schonach che ieri a Seefeld. Insomma, concorrenza non fenomenale, ma i campioni in gara c’erano comunque. Ieri Pittin aveva chiuso sesto dopo il salto, con un ritardo dalla vetta di 31 secondi ben inferiore a quello (1’20") con il quale era partito il giorno prima a causa di un salto condizionato dal vento. Il finanziere è subito partito all’attacco, andando a recuperare chi gli stava davanti e ritrovandosi al comando a metà gara assieme ad altri cinque compagni d’avventura. Poi il gruppo si è per un attimo allargato, ma quando nel finale è scattata la bagarre, Pittin è sempre rimasto davanti fino all’ultima salita, quando l’austriaco Stecher ha effettuato l’allungo decisivo. Il carnico ha comunque tenuto duro, chiudendo terzo a 2"2 dal vincitore e a 1"2 dal secondo, il tedesco Frenzel.
          «Sono sicuramente contento del risultato – dice Alessandro – Un altro podio fa morale, soprattutto perché arrivato dopo una gara, quella di sabato, tutt’altro che regolare».
          Ieri potevi anche vincere?
         
    «Sapevo che sarebbero stati 10 chilometri difficili – risponde Pittin – Io e Frenzel ci siamo dati regolarmente i cambi in testa per cercare di non farci raggiungere dagli inseguitori. Quando abbiamo visto che stavano rientrando comunque abbiamo mollato un po’, lasciando agli austriaci il compito di tirare. Nel finale, quando è scattato Stecher, Frenzel è uscito davanti a me e ha rallentato per un attimo l’azione. Senza questo inconveniente forse il secondo posto l’avrei agguantato, non certo il primo, anche perché le sensazioni erano meno positive rispetto a ieri».
          Bravo anche Giuseppe Michielli, risalito dal ventinovesimo all’undicesimo posto grazie al secondo tempo nel fondo. Anche il distacco dalla vetta, 30", è un record per il tarvisiano. Entrambi parteciperanno nel prossimo fine settimana ai Campionati Italiani di Predazzo, mentre la partenza per Vancouver è programmata per mercoledì 10 febbraio.

I commenti sono chiusi.