Archivio tag: betania

Tolmezzo: a Betania campo di gioco ripulito dai volontari grazie all’accordo con il Comune

Risultati immagini per betania tolmezzo

di Tanja Ariis.
La giunta comunale del capoluogo carnico ha dato il via libera alla convenzione con la Consulta frazionale di Betania per realizzare l’atteso campetto sportivo pubblico per i ragazzi della frazione in una parte dell’ex tiro a segno nazionale, dopo aver ripulito, grazie ai volontari, questa area in grave degrado. La questione si trascina dal 2009, in quanto la parrocchia, per realizzare un centro di aggregazione giovanile, ha smantellato il preesistente campetto di sfogo che aveva concesso di realizzare su terreni propri. Da allora Betania era alla ricerca di un’area alternativa dove poter ripristinare uno spazio analogo. Gli interventi saranno attuati con volontari organizzati dalla Consulta e per i quali sarà attivata idonea copertura assicurativa. Il Comune trasferirà alla Consulta una somma complessiva di 3 mila euro(il 50% nel 2016 e l’altro 50% nel 2017), quale contributo per l’intervento. I lavori consistono sostanzialmente nella pulizia generale dell’area, nella rimozione dei rifiuti abbandonati, nel taglio delle piante di poco pregio cresciute spontaneamente in loco, nella pulizia della vegetazione di sottobosco e nella sistemazione del terreno previo asporto delle ceppaie. Mauro Migotti, presidente della Consulta, spiega che si sta già occupando del taglio coi volontari una ditta che raccoglie cippato e che agevola così il lavoro, poiché, oltre a velocizzarlo, consente di contenere la spesa dell’intervento complessivo, in quanto l’impresa si porta via anche il materiale raccolto, senza alcun costo. Il risparmio così ottenuto può essere poi impiegato sui costi derivanti invece dal successivo ricorso a escavatori per rimuovere le ceppaie e livellare il terreno. L’assessore comunale alle frazioni, Mario Mazzolini, esprime soddisfazione per l’accordo finalmente trovato con la Consulta: «Siamo riusciti – afferma- a onorare un nostro impegno e addivenire a una convenzione con la Consulta e i volontari. Auspichiamo di poter così riuscire a portare a termine lo sbancamento del terreno e il suo livellamento (l’area è in leggera pendenza). Speriamo si riesca a fare tutto. Poi si tratterà in realtà solo di allestire il campetto con una recinzione. Non sarà un vero campo sportivo, ma, sulla falsariga di quello che c’era prima a Betania, un campetto di sfogo per i ragazzi, poco più grande di un campo di calcetto».

Tolmezzo: la Consulta convince il Comune, Betania riavrà il campetto sportivo

di Tanja Ariis.
Betania avrà di nuovo il suo campetto sportivo. Il Comune ha infatti deciso di stipulare una convenzione con la Consulta frazionale di Betania per interventi di manutenzione nell’area dell’ex Tiro a segno nazionale da adibire a campetto sportivo pubblico della frazione, piccola realtà di svago richiesta ormai da anni dai residenti, dopo che il precedente, di proprietà della Parrocchia, era stato sottratto per consentire i lavori di realizzazione del centro di aggregazione giovanile. La Consulta, attraverso il suo presidente, Mauro Migotti, a marzo aveva chiesto al Comune un contributo di 3 mila euro per finanziare l’intervento nell’ex area del Demanio militare. L’amministrazione comunale ha dato il proprio assenso all’avvio ai lavori, limitando il proprio contributo a 1.500 euro. Il Comune, dal canto suo, stipulerà un’assicurazione per tutelare ciascuno dei volontari contro gli infortuni e assicurare la responsabilità civile derivante dall’esecuzione degli interventi in questione. Gli interventi saranno effettuati con l’impiego del volontari organizzati dalla Consulta e consisteranno nella pulizia generale dell’area, nella rimozione dei rifiuti abbandonati, nel taglio delle piante di poco pregio cresciute spontaneamente in loco, nella pulizia della vegetazione di sottobosco e nella sistemazione del terreno, attraverso l’asporto delle ceppaie. Le prestazioni saranno realizzate a titolo gratuito e saranno svolte, come detto, da personale volontario organizzato dalla Consulta e in osservanza alla normativa sulla sicurezza. Alla Consulta sarà riconosciuto il contributo a copertura degli oneri derivanti da materiale di consumo e carburante per le attrezzature utilizzate nel corso degli interventi, noleggio di automezzi e macchine operatrici, acquisto di dispositivi di protezione individuale e pranzo per i volontari impegnati nelle giornate intere di esecuzione degli interventi previsti. Il contributo sarà liquidato alla Consulta in due rate: in forma anticipata per un importo pari al 50 per cento e il restante 50 per cento alla presentazione della relazione finale. L’Ufficio per i servizi e processi manutentivi potrà vigilare, nonché verificare in corso d’opera gli interventi eseguiti concordando, se necessario, eventuali aggiunte o modifiche agli stessi. Non dovranno, comunque, essere realizzate opere definitive che possano in qualche modo ostacolare l’eventuale futura attuazione delle previsioni urbanistiche per l’area interessata (quelle cioè relative alla nuova lottizzazione).

Tolmezzo: Betania continua a crescere è la frazione dei giovani

di Tanja Ariis.
Betania continua a crescere:nel 2015 ha registrato 8 abitanti in più, raggiungendo i 1.104 residenti. In sei anni sono aumentati di 94 unità. Molte sono le giovani coppie che scelgono Betania per viverci, preferendola anche al capoluogo. Inoltre ben 195 dei suoi abitanti hanno un età sotto i 18 anni. Anche per questo molte richieste della consulta frazionale al Comune riguardano interventi per tali residenti. Il presidente della consulta, Mauro Migotti, commenta: «Betania continua a crescere in residenti, a differenza del capoluogo e di quasi tutte le frazioni. Merita quindi le dovute attenzioni». Migotti accoglie con favore la notizia del contributo regionale per le Zone 30 a tutela del transito ciclopedonale, specie vicino alle scuole. Rileva però anche che «una delle priorità che abbiamo ricordato di nuovo al sindaco nella riunione del 16 novembre è una zona pubblica da adibire a campetto sportivo della frazione. Abbiamo sottolineato che la cittadinanza chiede un “campetto di sfogo” e che l’area adatta poteva essere una zona all’interno dell’ex Tiro a segno nazionale»(di cui mesi fa il Comune ha ottenuto l’assegnazione in concessione) di proprietà del Demanio dello Stato. «È adiacente alle scuole e centrale. Abbiamo così chiesto al Comune di domandare l’autorizzazione agli uffici competenti per potervi effettuare un’approfondita pulizia, tagliando qualche pianta di pino nero, per adattare l’area a campetto sportivo e fare così anche gli interventi di pulizia previsti nella convenzione che il Comune ha stipulato con il Demanio. Dopo oltre un mese e mezzo pare non sia nemmeno stata inoltrata la richiesta, sollecitata altre volte al sindaco e alla vicesindaco. Con una spesa minima di circa 3 mila euro – osserva – la consulta e i volontari dell’Apc Betania avrebbero effettuato un primo intervento sull’area, oggi degradata e “habitat” di topi e serpentelli. Con l’autorizzazione a iniziare il taglio delle piante si potrà rimuovere a inizio primavera le ceppaie e livellare il terreno». In una zona del tiro a segno in questi giorni è stata invece rimossa la guaina catramata, che ora sarà smaltita dal Comune (in quanto si è assunto l’onere della pulizia dell’area), «cioè – osserva – a carico della collettività». Migotti considera poco percorribile anche l’ipotesi avanzata dall’assessore Alfonso Fasolino nel marzo scorso: «asseriva che questa convenzione avrebbe permesso al Comune di realizzare la viabilità programmata di collegamento tra via Palmanova con via Illegio entro ottobre».