Archivio tag: lignano

Lignano: al via campionato europeo di beach rugby

(r.c. dal MV di oggi)

Italiani, inglesi, i ruvidi giocatori dell’Oceania trapiantati a Londra, gallesi, irlandesi, portoghesi, francesi, belgi, olandesi, austriaci e sloveni: ecco il cast della prima finale del campionato europeo per club di beach rugby che da domani va in onda a Lignano. In riva all’Adriatico si dà appuntamento il meglio di questo sport per scegliere la “regina”: di fronte ci saranno i vincitori dei più importanti tornei del continente, ovvero, Marsiglia, Zeebrigge, Figuerira e, naturalmente, Lignano. Un confronto senza precedenti che metterà la spiaggia friulana al centro dell’attenzione del mondo ovale e dirà, finalmente, chi è la più forte. Non è esagerato dire che sarà una “prima volta” storica. Saranno due giorni senza respiro, quelli che ci aspettano nella Beach Arena di lungomare Trieste. La formula è incalzante: nelle qualificazioni, sabato mattina, sei partite una di seguito all’altra, e dodici nel pomeriggio. Sulla sabbia dalle dieci alle sei del pomeriggio… E domenica altri sedici incontri, tra semifinali e finali, per incoronare la “regina”. Fuori dalla retorica ogni partita sarà una battaglia in cui questi giocatori, moderni gladiatori, daranno tutto se stessi al limite dello scontro fisico. Ruvidi sulla sabbia, ma pronti, al fischio finale, ad abbracciare l’avversario rinoscendogli il valore dimostrato sulla sabbia, che siano vincitori o vinti. È la cultura più profonda che il rugby trasmette ai giovani che si avvicinano a questo sport. Durezza e aggressività in campo, ma anche rispetto per l’avversario e per l’arbitro che non si discute mai (i direttori di gara non sono per nulla chiamato gli “Intoccabili”). E amicizia fuori del rettangolo di gioco, quel “terzo tempo” che ormai conoscono tutti e che altri sport hanno cercato inutilmente di imitare perchè questi valori li hai o non li hai impressi a fuoco nel dna. La versione estiva della palla ovale vuole trasmettere tutto questo al popolo della spiaggia. Specie a chi il rugby non lo conosce o lo conosce poco. È un’occasione da non perdere, il torneo di Lignano, per avvicinare un mondo che con le sue tradizioni (da non perdere la Siva tau, la danza di guerra dei Pacific Islanders, corrispettivo dell’arcifamosa Haka degli All Blacks neozelandesi) affascina e conquista. E magari potrebbe trasformarsi anche nell’occasione per gonfiare il petto di orgoglio per il successo della squadra italiana, il Padova beach, cantando in spiaggia l’inno di Mameli.

Lignano: 28 Aprile si apre la stagione balneare 2012

Tutto pronto a Lignano Sabbiadoro per l’apertura ufficiale della stagione balneare 2012, fissata per sabato 28 aprile. A renderlo noto è il Consorzio Spiaggia Viva, ente che raggruppa 13 concessionari balneari di Lignano Sabbiadoro, Pineta e Riviera, per un totale di 35 stabilimenti, attivo dal 2001. Un momento molto importante quello dell’apertura ufficiale che rappresenta il coronamento di un lungo lavoro svolto durante i mesi invernali nella salvaguardia e il mantenimento della spiaggia, quest’anno soggetta a periodi di forte vento che ha creato qualche grattacapo in più agli addetti ai lavori. Da Sabbiadoro a Riviera, passando per Pineta tutto ora è pronto, in pochi giorni la spiaggia si ripresenterà rinnovata di tante opportunità di svago, relax e divertimento. Nel corso degli anni il Consorzio ha di fatto operato migliorando costantemente la gamma di servizi offerti in spiaggia con materiali sempre nuovi, animazioni, assistenza sanitaria, qualificati servizi di salvataggio, sorveglianza e sicurezza e la presenza di defibrillatori su tutto l’arenile, per permettere ai fruitori di poter godere in tranquillità la propria permanenza e l’accesso al mare, la cui acqua è certificata dalla Bandiera Blu. L’offerta di Lignano Sabbiadoro si rivolge in maniera diretta anche ai più piccini confermando la bandiera verde conferita dall’associazione Pediatri Italiani. “La possibilità di una vacanza per le famiglie deve rimanere una certezza – commenta la presidente Donatella Pasquin – la sinergia fra i miei consorziati, gli altri operatori e enti della nostra bella città ci permette anche quest’anno di poterci presentare ai turisti con una rinnovata offerta di servizi su misura per tutti, la via giusta per confermare Lignano come meta internazionale di primordine”.

Lignano: Comitato battagliero, scenderemo in piazza per il Lungomare

di Viviana Zamarian

Sono pronti a tutto. Per difendere il lungomare Trieste dai lavori di riqualificazione di prossima realizzazione, i componenti del comitato civico “Il Lungomare è di tutti”, ora vogliono passare dalle parole ai fatti. Ovvero alle manifestazioni in piazza. Dopo l’adozione del progetto da parte della giunta Delzotto che porterà ben presto alla sua approvazione in via definitiva, il comitato ha infatti preannunciato l’intenzione di organizzare, nei prossimi giorni, delle proteste «ovviamente pacifiche – ha sottolineato il presidente Vinicio Viola – ma che vogliono testimoniare tutto il nostro dissenso nei confronti di quest’opera». Ancora da definire il giorno e il luogo, ma quel che è certo è che i cittadini lignanesi sono ben intenzionati a opporsi all’avvio del cantiere che interesserà una delle strade simbolo della località balneare. Non ci stanno, insomma, ad assistere passivamente alla posa della prima pietra di quella che, dicono «sarà un’opera incompiuta dal momento che i fondi stanziati non sono sufficienti». Le lamentele, quindi, non si placano. Tutt’altro. E la questione Lungomare – sulla quale inevitabilmente si giocherà la campagna elettorale dei candidati sindaco alle prossime elezioni amministrative – continua a tenere banco in città. L’accordo fra le due parti, l’amministrazione da un lato e il comitato dall’altro con le sue 6500 firme raccolte, non è dunque stato raggiunto. Nonostante l’approvazione di una prima mozione nel gennaio dello scorso anno nella quale di fatto si bloccava il progetto originario e una seconda mozione a fine novembre dove «il tavolo di lavoro – a quanto sostiene il comitato – deciso con la prima mozione è stato eliminato non a caso, ma per toglierci ogni possibilità di intervento nelle discussioni» ad oggi si trovano infatti in due fronti diametralmente opposti. «Se la volontà è quella di portare avanti la progettazione originaria – ha sottolineato da una parte il presidente Viola – salvo l’eliminazione del parcheggio sotterraneo (per noi eseguita perché nessun privato avrebbe mai acconsentito ad usufruirne a pagamento) lo si dica chiaramente, ma non che sono state accolte le nostre richieste perché non siamo mai stati contattati per aprire un confronto e uno scambio di idee e proposte». «Il comitato critica il progetto – fa sapere il Comune – senza nemmeno aver visto gli elaborati finali e ignora completamente i lignanesi che la pensano diversamente. E’ quindi questo “il lungomare di tutti?».

 

articolo dal sito del Messaggero Veneto