Archivio tag: Orienteering

Timau: Orienteering 6^ prova del trofeo pole star , 3 podi alla Friuli Mtb & Orienteering

_FB_IMG_1442986174589

 

La splendida giornata di fine settembre che la Carnia ci ha regalato ha spinto alla base del Passo di Monte Croce Carnico oltre 80 concorrenti attratti dai boschi dell’Alta Valle del But.
Una giornata migliore, dal punto di vista atmosferico e dei risultati, non potevamo immaginarla per una sfida quasi totalmente fra  Friuli Mtb & Orienteering e Semiperdo che hanno partecipato con quasi i 2/3 dei concorrenti. Interessante il doppio arrivo voluto dall’Aldo Moro che collaborava nell’allestimento della manifestazione: un arrivo predisposto dalla direzione di gara presso il laghetto che durante l’inverno rappresenta il serbatoio per la produzione della neve artificiale della pista di fondo, e quello di ‘visibilità’ presso la trattoria sede della Segreteria e che è servito da sfondo per le premiazioni, con l’arco gonfiabile che incorniciava il Pizzo Collina.
Apprezzati dai partecipanti i tracciati proposti da Alessandro Cecon che ha cercato di ‘spremere’ al massimo la potenzialità della carta, per una gara che rimane pur sempre promozionale.
Nella categoria del percorso Bianco si è imposta Marcella Poggioli mentre il primo posto nella categoria del percorso Giallo si è classificato Matteo Cominotto, entrambi della S.O.M. Queste categorie avevano una classifica unificata per maschi e femmine.
Penalizzata la presenza di ragazzi carnici dalla coincidente festa del Comitato FISI regionale a Forni di Sopra e da tornei già programmati di altre discipline, i colori di casa sono stati rappresentati e onorati al meglio dai fratelli timavesi Valentina e Simone Unfer, della Friuli Mtb & Orienteering, che hanno vinto nel percorso Rosso le classifiche femminile e maschile. Al secondo posto al femminile Ilaria Cimenti sempre Friuli Mtb & Orienteering davanti a Claudia Centazzo della S.O.M. In campo maschile dopo Simone si sono classificati nell’ordine Gilberto Bulfoni della Friuli Mtb & Or. che ha preceduto Flavio Mattioni della S.O.M.. In quest’ultima categoria purtroppo da segnalare l’infortunio occorso ad uno dei protagonisti, Stefano De Eccher. A Stefano i migliori auguri di ristabilirsi presto e lottare per conquistare il podio finale nell’ultima prova in programma a Ravosa il 29 novembre.
Nella categoria maschile del percorso Nero si è imposto Serhij Mukhidinov dell’Aldo Moro di Paluzza davanti al rappresentante della S.O.M. Alessandro Gaspari e Stefano Collodet della Friuli Mtb & Orienteering.
Ottima come sempre la collaborazione in loco dell’Aldo Moro con i dirigenti Daniele Sclisizzo e Sergio Matiz.
Alle premiazioni ha presenziato Federica Bulliano nella doppia veste di Assessore del Comune di Paluzza e di rappresentante dell’Asd Timaucleulis che partecipava all’organizzazione della manifestazione.
Come sempre un ringraziamento particolare a Mauro Unfer che ha gestito al meglio le problematiche organizzative in loco, a Marina Lovisotto che ha coordinato la segreteria e a tutti i soci che nei diversi ruoli hanno reso perfetta la manifestazione.
Per quanto riguarda il Trofeo Pole Star di cui questa manifestazione rappresentava la 6 e penultima tappa alcuni verdetti sono già stati emessi:
nella categoria Bianco sicuro vincitore Virno Nicolas anche mancando all’ultima prova. Nella categoria Giallo in testa Giovanna Chiarandini che come avversario può solo contare su un rientro di Jerman Alessio vincitore delle prime tre tappe e poi scomparso dal circuito. Nel Rosso Maschile la classifica è ancora saldamente in pugno a Stefano De Eccher, davanti a Gilberto Bulfoni, che ha concluso anche la gara dei Laghetti ma non scaricato la si-card. La direzione di gara si è riservata di attribuire il punteggio nel Trofeo se riusciremo a recuperare i dati vista l’eccezionalità dell’evento occorsogli. Nel Rosso Femminile, Marta Canal si è già assicurata la vittoria con ampio margine. Il Nero Maschile vive del duello sul filo di un pugno di punti fra Serhij Mukhidinov e Stefano Collodet in una classifica che vede quest’ultimo in vantaggio. Nel Nero Femminile è Alessia Ciriani a guidare la classifica con un vantaggio irrecuperabile in caso di presenza nell’ultima tappa da parte di Elisabetta Tadina.
Analizzate le categorie possiamo aggiungere che nessun verdetto è ancora stato emesso per quanto riguarda la classifica finale del Trofeo (il miglior punteggio raggiunto da un singolo atleta qualsiasi sia la categoria di partecipazione). Ma in lizza sono rimasti i tre concorrenti citati che conducono rispettivamente la classifica di categoria del percorso Rosso Maschile, Rosso Femminile e Nero Femminile.
Un motivo in più per partecipare ed assistere all’ultima decisiva prova di Ravosa.
Per quanto riguarda la nostra prossima organizzazione in Carnia è in calendario il 12 dicembre ‘Lanternes di Nodal a Paluce’. La concomitanza con la manifestazione di Telethon a Udine, il desiderio di partecipare con una nostra squadra e la sicura partecipazione di altre squadre della Carnia e della provincia che potrebbero sottrarre partecipanti alla nostra gara ci farà decidere in breve se anticipare l’evento a sabato 5 dicembre.

Come sempre risultati e classifiche su www.friulimtb.it

Paluzza: ai laghetti di Timau la 6^ prova del trofeo pole star di orienteering

Dopo il Sunti van Gasa – organizzato dalla Proloco Timau-Cleulis il 31 maggio scorso ecco di nuovo sbarcare l’orienteering in Comune di Paluzza e non molto distante da dove si era svolta la 3^ prova del Trofeo Pole Star. Il contesto tuttavia risulterà completamente diverso. Nel caso della gara di Timau i concorrenti dovevano sbrogliarsela fra i prati e le ripide stradine della frazione di Paluzza con dislivelli importanti. Ai Laghetti di Timau l’altimetria sarà più controllata ma la gara si arricchirà di altri motivi di interesse in una foresta ben percorribile anche al di fuori dei sentieri. Riprende così il suo pieno utilizzo una carta che, dopo le prove di Campionato Regionale Sprint e di Sci-orientamento di alcuni anni fa era stata prevalentemente utilizzata nei raduni giovanili e scolastici come perfetto terreno didattico e con una logistica davvero invidiabile. Parcheggio e Segreteria-Ritrovo vicini, nessun problema con le proprietà (il Comune di Paluzza detiene la quasi totalità della foresta cartografate), la presenza del fiume But che ne arricchisce la vallata, fanno della carta dei Laghetti uno dei nostri impianti più fruibili in Carnia. Il fatto che sia utilizzata soprattutto a livello didattico non deve suggerire l’ipotesi che si tratti di un terreno facile. In questo caso il tracciatore ha scelto di sfruttare infatti una parte della carta (che è simbolizzata sprint) per disegnare dei tracciati non difficili sul piano altimetrico ma impegnativi dal punto di vista tecnico ponendo al centro dei percorsi riservati agli agonisti quello che possiamo definire ‘il labirinto di rocce’ dei Laghetti di Timau. Qui a nostro parere si deciderà la gara dei migliori. Li attendono dei percorsi filanti, dove nella prima parte e nell’ultima conta la prestazione atletica e una parte centrale dove la differenza sarà costituita dal bagaglio tecnico individuale di ognuno. I problemi da risolvere non saranno pochi anche perché, è bene ricordarlo, si correrà su una scala non abituale (1:5.000) adatta negli ambiti urbani o nei parchi e che noi abbiamo invece adeguato ad una foresta alpina. Attenti quindi a non andare ‘lunghi’ sui punti e ai cambi di direzione repentini tipici delle gare sprint di cui Alessandro Cecon, responsabile dei tracciati, ha disseminato i percorsi costringendo l’atleta a mantenere comunque sempre vigile il contatto con la carta. Organizzazione tecnica a carico della Friuli Mtb & Orienteering mentre, come sempre quando ci spostiamo in Carnia, la logistica sarà assicurata dalla Timaucleulis e dall’Aldo Moro le due storiche società polisportive locali che collaborano alla promozione di questo sport in Comune di Paluzza. Anche questa sarà una manifestazione che cercherà di coinvolgere, oltre agli atleti di classifica del Trofeo Pole Star anche i tanti sportivi che praticano discipline diverse e vogliono cimentarsi nella ricerca delle ‘lanterne’ i punti di controllo che obbligatoriamente i partecipanti debbono trovare testimoniando il passaggio con un chip che verrà consegnato al momento dell’iscrizione, se non di proprietà.
La partecipazione dei non agonisti rimane come sempre un obiettivo primario degli organizzatori quando si corre in Carnia, magari abituati a correre in montagna ma alle prime esperienze con la lettura di una carta da orienteering. Li aspettiamo numerosi soprattutto nei percorsi Bianco e Giallo riservati agli esordienti e se anche le distanze e le altimetrie cui sono abituati possono apparire ‘leggere’ è proprio la capacità di correre veloci e trovare tutti i punti di controllo nel loro percorso che costituisce il fascino di questa disciplina. Uno sport dove conta correre ma anche mantenere la lucidità necessaria per leggere in velocità la carta e risolvere i problemi che il tracciatore da punto a punto ha progettato per ogni percorso.
La gara sul percorso più impegnativo vivrà del confronto fra Serhij Mukidinov dell’Aldo Moro, vincitore dell’ultima prova al Green Volley di Faedis e di Stefano Collodet della Friuli Mtb & Orienteering che dopo 5 tappe guida la classifica di questa categoria. Nella stessa categoria, ma al femminile, Alessia Ciriani (Friuli Mtb & O) – che sarà anche speaker della manifestazione – assente a Faedis, cercherà di riconquistare il primato attualmente a favore di Elisabetta Tadina. Nel percorso Rosso rientreranno in gara i due timavesi, Simone e Valentina Unfer (Friuli Mtb & O) che conoscono il terreno, ma non le insidie del tracciato, e che quando si trovano sul terreno di casa sfoderano sempre ottime prestazioni, una classifica per ora saldamente in pugno a Stefano De Eccher (Sci Club Udine) e a Marta Canal (Friuli Mtb & O). Questi ultimi saranno impegnati oltre a difendere e a consolidare la classifica di categoria anche su una personale battaglia per la conquista del trofeo finale. Per ora sono divisi da un solo punto. L’imperativo per loro è vincere per chiudere definitivamente la classifica e rimandare l’appuntamento all’ultima gara in programma a novembre a Ravosa per quello che sta diventando davvero il tema di maggior interesse di questo Trofeo: oramai non ci sono possibilità di distrarsi o accontentarsi di guardare la propria classifica con un risultato da podio. Conta solo il gradino più alto in quanto la prima posizione a questo punto della stagione vale triplo: per la classifica di tappa, per la classifica finale di categoria e per la conquista del Trofeo. Siamo lieti che regni ancora l’incertezza in quanto questo è un motivo in più, nella penultima tappa dei Laghetti di Timau per non mancare domenica 20 settembre in Carnia.
Ma attenzione agli out-siders, i rappresentanti della Carnia non ci stanno a veder vincere sul loro terreno atleti esterni e faranno di tutto per rompere le uova nel paniere di chi ritiene che la classifica sul percorso rosso (maschile e femminile) sia ormai delineata definitivamente.
Un’ultima annotazione come sempre quando siamo ospiti del Comune di Paluzza è per la bella locandina ideata da Mauro Unfer. In questo caso la scelta di pubblicare l’immagine del laghetto artificiale ha condizionato, e reso quasi obbligatorio, l’arrivo della gara dove Mauro ha piantato un punto di controllo.

INFORMAZIONI TECNICHE
La società Friuli MTB & Orienteering in collaborazione con Polisportiva Timaucleulis e U.S. Aldo Moro organizza la 6^ prova del Trofeo ‘Pole Star’ di Orienteering
Data: Domenica 20 settembre 2015
Cartina: ‘Laghetti di Timau’ produzione 2010 aggiornamenti 2015 ISSOM Marchio CS 0724
Scala: 1: 5000 Equidistanza 2,5 m
Terreno di gara: La gara si svolge in ambiente boschivo, con dislivelli non significativi, nel Centro Fondo dei Laghetti di Timau.
Ritrovo: Bar Trattoria Laghetti presso il Centro Fondo dei Laghetti di Timau 2 km a nord dell’abitato, alle ore 09.00.
Partenza: Libera, dalle ore 10.30 alle ore 11.00. Dista 1,5 km dal ritrovo con 70 m di dislivello (20’ al passo). Sarà di tipo “svedese”.
Arrivo: Presso il ritrovo.
Premiazioni: Dopo le ore 12.30 presso il ritrovo. Saranno premiati i primi tre classificati di ogni percorso (maschile e femminile per il rosso e nero, unificate per giallo e bianco).
Categorie:
•BIANCO: difficoltà facile(livello 1 della piramide-colori FISO), lunghezza 2,1 km
•GIALLO: difficoltà medio-facile(livello 2-3 della piramide-colori FISO), lung. 2,4 km
•ROSSO: difficoltà media(livello 4 della piramide-colori FISO), lunghezza 3,2 km
•NERO: difficoltà difficile(livello 6 della piramide-colori FISO), lunghezza 4,09 km
N.B. Le lunghezze sono provvisorie.
Iscrizioni: Preventive, entro giovedì 17 settembre. Per i tesserati preferibilmente attraverso la propria società sul portale FISO
Per chi non fosse tesserato può pre-iscriversi inviando una e-mail all’indirizzo [email protected], specificando: nome, cognome e categoria. Sarà possibile iscriversi anche il giorno della gara fino alle 10.00 e in ogni caso fino ad esaurimento delle cartine (previste in numero limitato).
Quota di iscrizione: 5€ per singola persona.
Con l’iscrizione i partecipanti dichiarano, sotto la propria responsabilità, di essere idonei all’attività sportiva oggetto della manifestazione, secondo le vigenti leggi sanitarie.
Punzonatura: Verrà utilizzato il sistema di punzonatura elettronica con si-card. Nel caso il partecipante non ne possegga una di sua proprietà gli verrà attribuita una dall’organizzazione gratuitamente che dovrà riconsegnare a fine gara e potrà ritirare il documento di identità consegnato alla Segreteria al momento del ritiro. Il partecipante non avrà il pettorale.

Regolamento:
1.La gara è riservata ai soli tesserati FISO il cui costo è di 3 Eur. Gratis per gli under 16. Chi non fosse tesserato e vuole partecipare singolarmente lo deve necessariamente fare al momento dell’iscrizione.
2. La classifica è prevista solo a livello individuale.
3. Si può partecipare in coppia o gruppi ma dovrà essere individuata (iscritta ed eventualmente tesserata) una sola persona in seno alla coppia o gruppo che lo rappresenta. Verrà consegnata una sola si-card e una sola cartina.
4. E’ stato concordato con il Bar Trattoria Laghetti il servizio di distribuzione pastasciutta e bibita al costo di eur 6. Prenotare al momento dell’iscrizione.

Per quanto non contemplato nel presente regolamento si fa riferimento al Regolamento del Trofeo “Pole Star” 2015, al Regolamento del Comitato Regionale FisoFVG, al Regolamento Tecnico Federale della FISO e al comune senso civico.
Comitato Tecnico:
Direttore di gara: Paolo Di Bert
Tracciatore: Alessandro Cecon
Giudice di partenza: Paolo Sbrizzi
Giudice di arrivo: Giuseppe Specogna
Segreteria: Friuli MTB & Orienteering
Elaborazione dati: Marina Lovisotto
Logistica: Timaucleulis & Aldo Moro Paluzza
Come Arrivare: Uscita autostrada A4 a Tolmezzo-Amaro. Direzione Tolmezzo Paluzza Austria. Distanza uscita autostrada 31 km.

Timau: ritorna l’orienteering in Carnia, il 31 maggio la 3^ prova del trofeo Pole Star

__Timau manifesto timau

Dopo l’ultima positiva esperienza delle “Lanternes di Nodal” dello scorso dicembre, ritorna l’orienteering nell’Alta Valle del But. Timau si appresta ad accogliere gli orientisti della nostra regione, Carinzia e Slovenia, in una gara valevole per la 3^ Prova del Trofeo Pole Star. Non una gara dall’agonismo sfrenato ma una manifestazione in cui due percorsi sono dedicati agli agonisti e due a chi vuole provare lo sport dei boschi. In questo caso verrà coinvolto in massima parte il centro di Timau ed i pendii che lo circondano con partenza, arrivo e passaggi degli atleti in centro al paese. La manifestazione si sposerà con la “31a festa delle capre” (23a rassegna regionale dei prodotti caprini – 18o premio del malghese). La cabina di regia è ancora affidata alla Friuli Mtb & Orienteering che ha dimostrato di saper creare la giusta sinergia fra le diverse associazioni della Valle. La logistica verrà garantita come sempre dalla TimauCleulis e dall’Aldo Moro le due storiche società polisportive locali che collaborano alla promozione di questo sport in Comune di Paluzza. Verrà allestita una manifestazione di sicuro interesse anche per i tanti sportivi che praticano discipline diverse e vogliono provare a cercare le ‘lanterne’, i punti di controllo che obbligatoriamente i partecipanti debbono trovare testimoniando il passaggio con un chip che verrà consegnato al momento dell’iscrizione.

La gara sul percorso più impegnativo vivrà del confronto fra Serhij Mukidinov dell’Aldo Moro, vincitore dell’ultima prova a San Leonardo e di Stefano Collodet della Friuli Mtb & Orienteering che dopo due tappe guida la classifica di questa categoria. Nella stessa categoria, ma al femminile, Alessia Ciriani (Friuli Mtb & O) – che sarà anche speaker della manifestazione – cercherà il tris dopo le due belle vittorie a Fontanabona e San Leonardo. Nel percorso Rosso tenteranno di scalare la classifica i due ‘enfants du pays’ , Simone e Valentina Unfer (Friuli Mtb & O) che sul terreno amico si sono sempre ben comportati, una classifica per ora saldamente in pugno a Stefano De Eccher (Sci Club Udine) e a Marta Canal (Friuli Mtb & O).

Ma attenzione, nelle prime due prove, a parte i ragazzi di Timau, mancavano i rappresentanti della Carnia poco propensi a scendere in pianura ma che a casa loro spesso hanno dimostrato di farsi rispettare. La partecipazione degli abitanti della Valle è l’obiettivo degli organizzatori, soprattutto dei più giovani, magari abituati a correre in montagna o con gli sci ma alle prime esperienze con la lettura di una carta da orienteering. Li aspettiamo numerosi soprattutto nei percorsi Bianco e Giallo riservati agli esordienti e se anche le distanze e le altimetrie cui sono abituati possono apparire ‘leggere’, è proprio la capacità di correre veloci e trovare tutti i punti di controllo nel loro percorso che costituisce il fascino di questa disciplina. Uno sport dove conta correre ma anche mantenere la lucidità necessaria per leggere in velocità la carta e risolvere i problemi che il tracciatore da punto a punto ha progettato per ogni percorso. Non sarà questa l’unica gara che toccherà il Comune di Paluzza nel 2015: il 20 settembre ai Laghetti di Timau vi sarà ancora orienteering, questa volta solo in bosco, e poi a fine dicembre, in notturna, nel centro storico a Paluzza si svolgerà la terza edizione delle Lanterne di Natale. Ma ora concentriamoci tutti su domenica 31 maggio pronti a sfidarsi nei quattro percorsi a Timau nell’ambito del Sunti van Gasa – Festa delle capre organizzata dalla Proloco TimauCleulis.

Si ringrazia per la collaborazione: salumi e formaggi foschiani, la buteghe da coperative – paluzza, salumi e sapori di timau, panificio silverio – Timau.

Video su https://www.youtube.com/watch?v=zeuu07yF0R4

Timau: due titoli regionali nell’orienteering per i fratelli Unfer

Si sono svolte il 1° novembre 2014 a Muggia presso la nuova stazione delle biciclette di ViaggiareSlow le prove del campionato centri storici di orienteering grazie all’organizzazione del Gruppo Orientamento del Cai XXX Ottobre. La manifestazione, con il Patrocinio della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia,ci si poteva iscrivere scegliendo  un percorso bianco (corto e molto semplice) o un percorso giallo (un po’ più complicato e con qualche tratta più lunga) o un percorso agonistico . Gran successo per i giovani atleti di Timau (della Friuli & MTBde) Simone Unfer primo posto in categoria M12 e Valentina Unfer  primo posto nella categoria W 18 che tornano nella loro Timau con due titoli regionali.

Timau: nell’Orienteering i fratelli Unfer ancora sul podio

A Pradis (PN) il 14/09/14 con soli tre atleti la Friuli MTB di Udine si aggiudica quattro medaglie. Al “Trofeo interregionale giovanile del Triveneto” netta vittoria della sempreverde Gabriella Xausa in W45, seconda Valentina Unfer (W18) che coglie anche il terzo posto nella classifica generale del Trofeo interregionale Triveneto, terzo gradino del podio per Simone Unfer in W12. Prossimo impegno agonistico per Valentina le finali nazionali dei Campionati Studenteschi che si terranno a Palmanova, Lignano e Doberdò del Lago dal 21 al 24 settembre.