Tarvisio: il sindaco Carlantoni vs Zanetti sulla crisi Weissenfels Traction


Il sindaco Renato Carlantoni, attraverso una nota del legale del Comune di Tarvisio, Teresa Billiani, risponde alle affermazioni dell’imprenditore Paolo Zanetti, titolare di Weissenfels Traction. «Non corrisponde al vero – si legge in una nota – la circostanza secondo la quale il sindaco Carlantoni abbia affermato che “vi sia correlazione tra la fermata degli impianti di Weissenfels Traction e l’offerta Pewag”. Il sindaco si è limitato a manifestare il proprio stupore innanzi alla mancata reazione di Zanetti nei confronti dell’offerta pervenuta da Pewag, vista l’imminente e concreta chiusura dello stabilimento di Fusine. Non corrisponde al vero che, in merito alla chiusura degli impianti della Weissenfels Traction, vi sarebbero stati “ripetuti incontri con le organizzazioni sindacali e le istituzioni” e che il sindaco avrebbe “personalmente partecipato” “a molte di queste riunioni». A questo riguardo – aggiunge il testo – è d’obbligo evidenziare che Carlantoni ha incontrato solo due volte Zanetti. La prima il 7 aprile 2010, in occasione della visita dell’assessore regionale Luca Ciriani nel Tarvisiano; la seconda, poche settimane dopo, nella sede della Regione a Udine, su invito dell’assessore Ciriani». In merito all’offerta per la Traction giunta dal gruppo austriaco Pewag, Carlantoni precisa: «Sorprende che Zanetti la qualifichi “una pura e generica manifestazione di interesse non seguita da alcun atto concreto o da alcuna richiesta di incontro o approfondimento”, posto che, di norma, innanzi a una proposta concreta, circoscritta ed economicamente appetibile, dovrebbe seguire una controproposta. Così non è stato. Zanetti, se avesse realmente avuto a cuore la sorte dell’impianto di Fusine e dei suoi dipendenti, ora in cassa integrazione straordinaria, avrebbe dovuto, perlomeno, favorire una trattativa per lo stabilimento di Fusine, in relazione al quale l’offerta pervenuta appare più che congrua».<

br />
Infine, in merito al sostegno economico fornito dalle istituzioni alle Weissenfels, Carlantoni chiarisce: «La Regione e il Comune, per supportare l’insediamento dell’imprenditore Zanetti a Fusine, hanno acquistato, per un importo di 1.800.000 euro, gli immobili industriali, utilizzati da quest’ultimo a partire dal 2006, prima a capo della Weissenfels Spa e, successivamente, della Weissenfels Traction».