Crea sito

Tolmezzo: ottanta commercianti si autotassano per le luci e addobbi di Natale

di Tanja Ariis.
Le luminarie 2015 saranno accese sabato nel centro di Tolmezzo per rendere più accogliente la città nel periodo natalizio. Con esse si vuole dare un segnale di positività in questo non facile momento per Tolmezzo e la Carnia. Un segnale di luce che in questi giorni diviene anche reazione ai tragici fatti di Parigi, a quella violenza cieca che non deve annichilire, non deve vincere. A organizzare e realizzare le luminarie, come ogni anno, è stata la delegazione di Tolmezzo della Confcommercio. Con un costo complessivo che ammonta a più di ventimila euro, quest’anno le installazioni luminose sono state rese possibili grazie al contribuito economico di un’ottantina di soggetti, tra aziende commerciali, studi professionali e legali e intermediari finanziari della città, a cui si aggiungono due banche, ossia la Banca di Cividale di via Matteotti e la Banca Montepaschi di via Cavour, il Comune di Tolmezzo (5 mila euro), la Camera di Commercio di Udine (altri 5 mila), l’Unione artigiani e Bluenergy di Udine. Bruno Bearzi di Confcommercio spiega che il momento, dal punto di vista del commercio cittadino, non è dei migliori, in quanto pesano situazioni particolari legate alla chiusura del tribunale, a quella futura della caserma e alle note vicende di Coopca. Tutti aspetti che incidono naturalmente anche sotto l’aspetto psicologico e sulla propensione, in un simile contesto, a concedersi grandi spese. La speranza è di riacquistare gradualmente fiducia e la forza di rialzarsi. Quest’anno alcune località, come la zona del Borgat, non saranno illuminate. Avrà invece comunque il suo addobbo luminoso, diverso dallo scorso anno e sempre molto bello, piazza XX Settembre. Per esso finora, nonostante l’appello lanciato con largo anticipo già a fine agosto da Bearzi, ancora una volta nessuna banca che si affaccia sul salotto della città ha ritenuto di contribuire, neanche a fronte del rischio che la piazza potesse rimanere al buio, senza addobbo luminoso. Eppure su di essa si affacciano quasi solo banche. Piazza XX Settembre aveva avuto nel 2014 le luminarie natalizie più belle della città. A fare ancora quadrato sulle luminarie sono stati invece soprattutto commercianti ed esercenti. La convinzione infatti era ed è che specie in periodi di crisi la città vada resa accogliente e nello smarrimento di questi tempi e di questi giorni le luminarie della piazza e della città potranno contribuire a dare a tutti un segnale diverso,di positività.