Tolmezzo: presentata la 38esima edizione del Campionato italiano “open” Deltaplano 2012

E’ emblematico della volontà di un territorio di mettersi in rete il 38° Campionato italiano “open” Deltaplano, presentato oggi a Tolmezzo, in programma dal 14 al 22 luglio tra Gemona e il monte Zoncolan.  Lo ha affermato, nel portare il saluto del presidente della Regione Renzo Tondo, l’assessore allo Sport Elio De Anna, presente il consigliere regionale Luigi Cacitti. La trentottesima edizione del Campionato italiano “open” Deltaplano è, per l’assessore De Anna, la dimostrazione della volontà delle istituzioni locali di superare contrapposizioni e campanilismi e di costruire assieme un’importante occasione di richiamo. L’evento non sarà infatti spalmato solamente sul territorio della Carnia. I partecipanti, provenienti da diversi Paesi, anche extraeuropei (“open” significa appunto che è aperto anche ai piloti stranieri), percorreranno a volo libero i cieli dell’Alto Friuli, toccando anche la Carinzia e la Slovenia. Sport culla di valori e non solo, ha detto quindi De Anna, ed anche palestra del volontariato, che nel Friuli Venezia Giulia rappresenta un’entità molto radicata tra la gente, e che consente, come nel caso del Campionato di Deltaplano, l’ottima riuscita di manifestazioni di rilievo. Prima di De Anna, il saluto della Carnia era stato portato dal sindaco di Tolmezzo Dario Zearo anche a nome degli amministratori degli altri numerosi Comuni presenti, mentre il vicesindaco di Gemona del Friuli Roberto Revelant ha sottolineato come l’iniziativa si collochi nel progetto “Gemona città dello sport”.

Infine, Suan Selenati, responsabile del Comitato organizzatore ed uno dei pionieri del volo libero, specialità sportiva che proprio in Carnia alla fine degli anni ’70 mosse i primi passi, ha illustrato la manifestazione. L’evento si svilupperà con regole simili a quelle delle regate veliche: prevede infatti virate che contrassegnano il percorso, da effettuare attorno a boe virtuali. I concorrenti dovranno compiere in volo percorsi che si svilupperanno su varie distanze: da 60 fino a 200 chilometri senza atterraggi. Trasmettitori di tipo GPS consentiranno di seguire da un maxischermo e dal web lo svolgersi delle gare. Secondo Selenati, la Carnia rappresenta un territorio ideale per questo sport, disponendo, a breve distanza tra loro, di siti dai quali si possono effettuare i “lanci” in volo con le più disparate condizioni meteo, godendo di panorami fantastici. Sono infatti numerosi i volo-liberisti che scelgono le vette del Gemonese e della Carnia per questa attività sportiva.

Un pensiero su “Tolmezzo: presentata la 38esima edizione del Campionato italiano “open” Deltaplano 2012

I commenti sono chiusi.