Crea sito

Tolmezzo: un forum per il confronto tra le 90 associazioni del volontariato

volontariato   sociale   mani 2

di Tanja Ariis.

Le associazioni di volontariato cittadine ora hanno un luogo per confrontarsi. È stato approvato all’unanimità dal consiglio comunale lo statuto del “Forum attivo del volontariato”. Riconosciuto dall’amministrazione comunale, ma privo di qualsivoglia connotazione politica, il forum sarà un “luogo” di partecipazione attiva dei cittadini alla programmazione condivisa del welfare di comunità e potrà fungere da organismo consultivo del consiglio comunale. Consapevoli del fatto che unendo le forze si ottengono ben più risultati che attraverso le azioni disgiunte delle singole associazioni (in città ve ne sono ben 90), alcuni rappresentanti dei locali sodalizi di volontariato hanno predisposto uno schema di statuto, poi approvato all’unanimità dal consiglio comunale, per l’istituzione del forum, proprio per creare un efficace luogo di confronto, in grado di potenziare la loro progettualità e i loro risultati. Il forum ha lo scopo di promuovere la conoscenza reciproca tra le associazioni, lo scambio e la condivisione di esperienze, iniziative e buone pratiche, oltre che la crescita di cittadini informati, consapevoli e attivi, ma anche di favorire l’inclusione sociale e la partecipazione delle persone con fragilità alla vita della comunità e di sensibilizzare la comunità al ruolo fondamentale del volontariato e promuoverne lo sviluppo e la crescita specie tra i giovani. Tale realtà sarà aperta a tutte le associazioni, ma anche ai gruppi e ai singoli cittadini interessati (l’adesione al forum dura per un triennio con possibilità di rinnovo), e cerca di “leggere” insieme i bisogni e le risorse del territorio, integrando i punti di vista e i saperi del volontariato con quelli degli operatori istituzionali e dei tecnici. Da essa potranno più facilmente scaturire, attraverso anche il ricorso alla progettazione europea, maggiori risposte alle varie problematiche, in un’ottica di sussidiarietà. Lo statuto prevede un’assemblea (che si riunisce almeno due volte l’anno) e un gruppo di coordinamento (individuato dall’assemblea, è composto da un minimo di 7 a un massimo di 13 persone e dura in carica un anno). Il Forum costituirà laboratori su vari temi, come anziani, famiglia, disabilità, devianze ed emarginazione, politiche/tematiche giovanili, promozione e sostegno della salute, ambiente e sostenibilità e promozione culturale e sviluppo di comunità. Agli incontri del gruppo di coordinamento parteciperà anche un referente del servizio sociale dei Comuni “Carnia”. Ogni laboratorio sarà attivato se si manifesta, all’interno del forum, l’interesse di un numero adeguato di associazioni o volontari. Il Comune metterà a disposizione del forum, che ha sede in municipio, uno spazio sul proprio sito web.