Archivio tag: murphy

Tariffe dei cellulari: come non prendere fregature!

Premetto che non sono un’esperto, ma sono una persona che se si becca un bidone, non molla fino a quando non è riuscito a restituirlo con gli interessi o comunque a recuperare o limitare i danni subiti . Quindi le indicazioni che vi darò fanno parte del (poco)comune buosenso e della mia esperienza personale.

 

Che in Italia le tariffe della telefonia fissa e mobile fossero alte era una certezza. Ma che fossero addirittura le più alte d’Europa – e perfino più care di quelle degli USA – poteva ancora fare dubitare i più ottimisti, almeno finché non è stato pubblicato lo studio “The consumer Experience” ad opera di Ofcom, l’Authority delle Telecomunicazioni britanniche, divulgato in Italia da ADUC, l’Associazione per i Diritti degli Utenti e dei Consumatori.

La prima cosa da fare è cercare di capire che utenti siete: quali numeri e operatori chiamate + spesso, se il vostro traffico è solo i verso i cellulari o se ci sono anche dei numeri di rete fissa. Se riuscirete a capire che utenti siete, sarete in grado immediatamente di eliminare alcune offerte che non sono fatte per voi. Ad esempio se fatte un sacco di telefonate molto corte, dovrete cercare una tariffa che non preveda lo scatto alla risposta e risparmierete subito!

 

Non credete alle pubblicità che vi dicono che è "gratis" opure che è "per sempre": sono tutte balle o comunque le cose non stanno come sembrano. Se la tariffa si chiama easy, facile o senza pensieri … preoccupatevi. Andate a spulciare le cose scritte in piccolo sui contratti che vi propongono e non fidatevi mai delle sole pubblicità televisive: l’Autority sono anni che è "morbida" con le compagnie telefoniche; ad esempio permette che scorrano sullo schermo scritte piccolissime illeggibili, che dicono magari l’opposto di quanto dice la pubblicità. Le uniche che possono essere convenienti sono le Flat, cioè quelle in cui è fisso il tuo costo mensile, ma puoi chiamare giorno e notte quanto vuoi. Preferite le pubblicità scritte su carta o sui siti web, facilmente leggibili.

 

Controllate i consumi che fate, verificando se quello che vi viene addebitato è quello che risulta anche facendo voi i conti. Non chiamate cellulari da telefono fisso: saranno un pò calate le tariffe, ma sono botte da orbi. Valutate bene gli sms: se per comunicare una cosa via sms fate 10 messaggini allora valeva la pena fare una breve telefonata perchè spendevate sicuramente di meno. Non navigate su internet con il cellulare a meno che non abbiate una tariffa Flat, cioè quelle che vi permettono di stare collegati quanto volete. Se avete una flat, allora il costo non dipende ne dal tempo che ci state collegati, ne sopratutto dal volume dati che producete.

 

Se vi siete messi di guzzo buono a leggere  come funziona una tariffa telefonica e dopo un’ora non siete riusciti a capire se fà per voi oppure no (o non riuscite a capire dove sta il trucco), non preoccupatevi: non siete più duri della media degli Italiani. Molte tariffe sono scritte così da esperti di marketing proprio per fare in modo che l’utente ne capisca fino ad un certo punto o che abbia poco controllo sul suo traffico telefonico. Controllate: costo mensile o al minuto, scatto alla risposta, costi di attivazione, costo per passare da una tariffa all’altra, costi delle telefonate verso utenti con altri operatori, verso i numeri fissi e fascie orarie.

 

Bene, questi sono i consigli spassionati che mi sento di darvi; so già che qualcuno mi dirà che è difficile o che i termini sono un pò vaghi: io seguendo queste regole qualcosina ho riparmiato e più di tanto non mi hanno mai bidonato.

Ma se volete un consiglio secco su come risparmiare sicuramenteo su come non farsi fregare nella maniera più assoluta, bè posso dirvi che la soluzione c’è, anche se non vi piacerà . Se volete avere l’assolura certezza del risparmio e del non essere bidonati semplicemente … non dovete telefonare 🙂

Il ritorno di Murphy

Legge della teoria universitaria

Ad un esame orale, le domande che il professore formulerà alla gente che viene interrogata prima di te saranno esattamente sugli argomenti che meglio conosci, mentre riserverà per te domande sulla parte che meno avevi capito o che non avevi neanche studiato.

Seconda legge dello studente universitario


Quando avrai segato col taglierino le pagine ‘da non fare’ e avrai goduto nel fare la raccolta differenziata della carta…..ti capiterà per caso il programma tra le mani, e scoprirai con orrore che era la parte scritta dal prof.

    Corollari:

  1. Il prof. chiede sempre quelle parti
  2. Il prof. prima di firmare il libretto ti chiede il libro per fare l’autografo

Marphy e dintorni

Legge di Oeser
La persona più potente di ogni organizzazione è portata a passare tutto il proprio tempo partecipando a comitati e firmando lettere

Legge del Novanta-Novanta
Il primo 90% di un lavoro viene svolto nel 90% del tempo, il restante 10% in un altro 90% di tempo

Legge di Issawi sulla conservazione del male
L’ammontare totale del male in ogni sistema è costante. Quindi, ogni diminuizione in una direzione – per esempio una riduzione della povertà o della disoccupazione – è sempre accompagnata da un aumento nell’altra – per esempio della delinquenza o dell’inquinamento

1° comma della Pianificazione
Nessuna pianificazione è confrontabile con una bella botta di ….. fortuna

Principio di Luposchainsky sui voli
Se sei in anticipo, sarà cancellato
Se sei puntuale, dovrai aspettare
Se sei in ritardo, sarà troppo tardi

Legge di ferro dell’oligarchia
In ogni attività organizzata, in qualsiasi sfera, un ristretto numero di persone si metterà a comandare e gli altri eseguiranno

Postulato di Boling
Se sei di buon umore, non ti preoccupare. Ti passerà

Ancora Murphy e dintorni

Legge di Parker sulle affermazioni politiche
La verità di un’affermazione non ha niente a che vedere con la sua credibilità, e viceversa

Codicillo di McClaughry al motto di Jones
Per farvi un nemico, fategli un favore

Legge di Matsch
E’ meglio fare una fine orrenda che sopportare orrori senza fine

1° Legge di Ciccio sulla circolazione stradale
Percorrendo una tortuosa strada di montagna, se ti precede un camion con rimorchio stracarico e lentissimo, nell’unico tratto brevissimo dove potresti sorpassarlo, incroci le due sole autovetture che procedono in senso di marcia opposto

Estensione di Gattusp al quinto corollario della legge di Muprhy
Niente va mai così male che non possa andar peggio

Prima legge di Kauffman sulle stazioni
La distanza del binario di partenza è inversamente proporzionale al tempo a disposizione per prendere il treno

Murphy e dintorni della Domenica

1° Legge di Ciccio sulla circolazione stradale
Percorrendo una tortuosa strada di montagna, se ti precede un camion con rimorchio stracarico e lentissimo, nell’unico tratto brevissimo dove potresti sorpassarlo, incroci le due sole autovetture che procedono in senso di marcia opposto

Legge di Matsch
E’ meglio fare una fine orrenda che sopportare orrori senza fine

Codicillo di McClaughry al motto di Jones
Per farvi un nemico, fategli un favore

Legge di Segal
Un uomo con un orologio sa che ore sono
Un uomo con due orologi non è mai sicuro

Legge di Gresham
Le questioni futili vengono immediatamente risolte; quelle importanti mai.

Legge di Paul
Non si può cadere dal pavimento

Legge degli oggetti smarriti
L’unica maniera per ritrovare un oggetto smarrito è comprarne uno nuovo

Ancora Murphy e dintorni

Legge di Williams e Holland
Se si raccolgono abbastanza dati, qualsiasi cosa può essere dimostrata con metodi statistici

Postulato di Horner
L’esperienza è direttamente proporzionale all’attrezzatura rotta

Legge di Lowery
Se si blocca, forzalo. Se si rompe, tanto era da cambiare

Legge di Sattinger
Funziona meglio se si mette la spina

Legge dell’irritazione
A qualunque cosa si stia lavorando, non appena si mette via uno strumento, certi di aver finito di usarlo, immediatamente se ne avrà bisogno

Legge di Paul
Non si può cadere dal pavimento