Archivio mensile:Marzo 2008

Alla Peugeot conviene prendere la multa!

Era marzo 2007 quando la promozione "Ecovantaggi su Peugeot 2007" prometteva, attraverso il sito web della casa automobilistica, "bollo gratis fino a due anni su Peugeot 207, benzina e diesel HDi".Ad agosto dello stesso anno un consumatore fa notare all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato che la Peugeot 207 a benzina non produce emissioni di CO2 inferiori a 140 g/km, limite massimo prescritto dalla Finanziaria 2007 per l’esenzione dal pagamento del bollo.

Marzo 2008. Un anno dopo la promozione, l’autorità completa tutte le verifiche del caso e accerta l’esistenza dell’ingannevolezza del messaggio imponendo una sanzione amministrativa pecuniaria di 20.100 euro per la società Peugeot Automobili Italia. Una multa davvero salata (?!) considerando che il costo di una Peugeot 207 va dai 12.300 ai 23.100 euro!

Facciamo due conti in tasca alla casa francese. Se su ogni macchina guadagna, più o meno, tra i 500 ed i 2.000 euro, con la vendita di una ventina di auto la sanzione è ripagata. Considerando, poi, che al mese se ne vendono circa 3.000…a voi le conclusioni.

Grillini: il ringraziamento degli esclusi

Nonostante l’esclusione dalla competizione elettorale, è innegabile il successo che ha contraddistinto la raccolta firme per la lista civica Amici di Beppe Grillo, testimoniato dalle oltre 1000 persone che hanno sottoscritto la richiesta di presentazione della lista stessa in meno di una settimana. Purtroppo una stretta interpretazione della legge, contro una consolidata giurisprudenza che permetterebbe l’integrazione dei certificati elettorali nelle 24 ore successive la scadenza (mero atto formale), ci ha esclusi dalla competizione elettorale e non darà ai cittadini della nostra provincia e dell’intera Regione la possibilità di esprimere un voto di protesta e una proposta di rinnovamento. Anche il lavoro svolto e i contatti intrecciati durante la settimana di raccolta di firme ci fanno dire senza timore di smentita che lo scontento degli elettori e la ribellione verso questa classe politica privilegiata e autoreferenziale è molto grande.

La Lista Amici di Beppe Grillo, costituita in fretta e furia per lo sgambetto elettorale del Governatore, ha operato in condizioni estremamente difficili anche per la carenza di certificatori che invece abbondavano nelle solite liste zeppe di amministratori (consiglieri, assessori, sindaci). Questo, insieme al pochissimo tempo a disposizione, ha creato una situazione di oggettivo svantaggio che non ha rispecchiato il desiderio dei cittadini di sostenere il cambiamento. Le dimissioni del Governatore, (caso unico di un presidente che si dimette oggi per ricandidarsi domani), hanno favorito, insieme alla legge elettorale, il consolidamento del potere già posseduto e costituito. Ha trionfato insomma il partito della conservazione dello status quo: sono sopravvissuti solo Illy e Tondo e le liste a loro collegate e nemmeno tutte! Nonostante siamo consapevoli anche dei nostri limiti, (organizzativi e di risorse economiche), siamo certi che in una situazione di normalità il nostro obiettivo in tutte le circoscrizioni sarebbe stato raggiunto. Nel momento in cui i tempi son diventati proibitivi, abbiamo valutato e deciso di correre il rischio di una momentanea sconfitta dovendo misurarci in una gara di formula 1 a cavallo di una bicicletta. Crediamo di aver compiuto un atto dovuto nei confronti di tutti i cittadini coscienti della necessità inderogabile di cambiare radicalmente volti, modi e contenuti della politica. Consideriamo questa esperienza il primo passo fatto contro quel mondo chiuso e ostile nel quale i partiti nominano le assemblee elettive.

TondiIlly :-)

Moto-camper

Per gli amanti della moto che però non vogliono rinunciare alla comodità del camper.

Come definirlo? Bike-motorhome, motolotte?

O forse "Candidati per le elezioni per la presidenza della Regione Friuli Venezia Giulia"?  🙂

Ladro ucciso … dal bottino

Tragico destino per un ladro che aveva messo da poco a segno un colpo: è morto schiacciato dalla cassaforte che aveva rubato poco prima in uno dei negozi del centro commerciale "Baricentro" all’ingresso di Casamassima, a una ventina di chilometri dal capoluogo. Il presunto ladro si chiamava Clemente Caruso, di 33 anni, di Ceglie del Campo, una ex frazione di Bari.



Secondo le prime indagini fatte dai carabinieri, l’uomo si sarebbe introdotto, forse insieme ad altri complici, in uno degli esercizi commerciali, dove avrebbe scardinato la cassaforte che nella fuga gli sarebbe caduta addosso schiacciandolo.

 

Elezioni regionali: sul web botte da orbi!

La campagna elettorale per le regionali fino a qui è rimasta entro limiti accettabili; non proprio un confronto tra gentleman, ma comunque entro confini ragionevoli. Sul web invece botte da orbi, avvocati in campo e siti oscurati

Dal MV di oggi

Oscurato un sito, se ne apre un altro. Alleanza nazionale non rinuncia a raccontare il suo punto di vista sui cinque anni di amministrazione regionale firmati da Riccardo Illy. E dopo che il Tribunale di Trieste – su richiesta dello stesso Illy – ha sospeso in via cautelativa il sito web www. illyflop .net, attivo dal marzo scorso, ci riprova ora aprendo www .illriccardinoflop .net. Illy, ancora una volta, si affida agli avvocati: sarà la legge a ripristinare la verità.

Stessi contenuti, stesso obiettivo per entrambi i siti: «Se Illy ha fatto nel corso della legislatura un ottimo lavoro sul piano della comunicazione – dice Sergio Dressi, consigliere regionale di An e autore dell’iniziativa – lo stesso non si può dire sul piano dei risultati concreti». Ecco allora sfilare nelle pagine del sito temi come le consulenze, gli incarichi. Con tanto di numeri e cifre. «Tutte le informazioni contenute nel sito sono vere – afferma Dressi – e non c’è alcuna volontà di diffamare chicchessia». «Se ci sono alcune discordanze – ha aggiunto Dressi – sono dovute al fatto che per oltre un anno e mezzo il Comitato di controllo ha richiesto invano a Illy e al direttore Andrea Viero di produrre tutti gli elenchi». Del primo sito, su cui è stata calata la serranda, si parlerà in Tribunale a Trieste il primo aprile, alle 16.

Ma il governatore non ci sta e per la maggioranza di centro-sinistra prende la parola l’assessore uscente al Personale Gianni Pecol Cominotto: «I legali sono stati incaricati di promuovere l’azione davanti al giudice penale. L’azione è rivolta verso chi ha usato i mezzi, così come sarà promossa verso chi dovesse riprendere quanto riportato nel sito senza verificarne la non veridicità». «Il consiglio politico – conclude Pecol – è quello di tentare quantomeno di prendere a esempio, cercando di imitare, Gianfranco Fini, di cui tutto si potrà dire tranne che non abbia un comportamento civile».

Je ssuì caterin denev :-)

Sono stati presentati ieri mattina alla stampa ed ai rappresentanti delle istituzioni i nuovi voli che, a partire da domenica 30 marzo, collegheranno Trieste-Ronchi dei Legionari a Parigi-Charles de Gaulle. I voli, operati con aeromobili Canadair Regional Jet da 50 posti di Brit Air, compagnia aerea regionale del gruppo Air France, sono previsti con orari che permettono non solo l’andata e ritorno in giornata, ma anche le migliori coincidenze all’aeroporto di Charles de Gaulle, verso una delle 182 destinazioni della rete Air France nel mondo.

Buone aspettative per i collegamenti sono state espresse da tutti i relatori: se da un lato sono state sottolineate le forti richieste del mercato locale per collegamenti verso la capitale francese, dall’altro sono state ribadite le attese legate ad un bacino d’utenza multietnico, con un’elevatissima domanda di mobilità. E il nuovo prodotto offerto da Brit Air ed Air France è quanto di meglio si potesse mettere a punto: oltre agli ottimi orari, è stato sottolineato l’eccellente comfort degli aeromobili che verranno impiegati sulla tratta, aerei jet che consentiranno di raggiungere Parigi in poco più di un’ora e mezza di volo. E, grazie all’elevato numero di frequenze, sarà possibile soddisfare le richieste della clientela più esigente.

Trieste – Parigi

Partenza alle 07:15 con arrivo alle 09:05 quotidiano escluso domenica; partenza alle 13:00 con arrivo alle 14:40 quotidiano escluso domenica; partenza alle 17:55 con arrivo alle 19:45 quotidiano escluso sabato.

Parigi – Trieste

Partenza alle 10:30 con arrivo alle 12:15 quotidiano escluso domenica; partenza alle 15:35 con arrivo alle 17:20 quotidiano escluso sabato; partenza alle 20:20 con arrivo alle 22:05 quotidiano escluso sabato.