Archivio mensile:Marzo 2011

Krsko: centrale a fine vita o re-investimento da sostenere?

Dal sito www.ilfattoquotidiano.it

Nella centrale nucleare di Krsko, Slovenia, si sono verificate alcune “anomalie nel sistema”: la prima mercoledì e la seconda ieri. Per ora la centrale è in blocco automatico dovrebbe tornare operativa la prossima settimana. Al momento, dal sito della centrale, rassicurano che non c’è alcun pericolo per i lavoratori (circa 500 operativi nell’insediamento) e neppure per l’ambiente. Spiegano che l’impianto sloveno si è spento automaticamente per motivi di sicurezza. La causa, un difetto di trasmissione nell’elettrodotto a 380 chilovolt che dalla centrale porta energia elettrica verso Zagabria e la Croazia. I vertici della centrale ribadiscono “che non ci sono stati rischi di emissioni di radiazioni”. Continua a leggere

Socchieve: visitando “l’artigianato del gusto” della Carnia

Formadi frant San Juri alle mele (Friuli Venezia Giulia)
di Walter Filiputti

Viaso di Socchieve è uno dei tanti paesini gioiello della Carnia. Passeggiate tra prati e boschi con chiese una più bella dell'altra: la pieve di Santa Maria Annunziata in Castoia, ricca di tesori a partire dal 1300 e da dove si domina il Canal di Socchieve della Val Tagliamento; San Giovanni di Viaso; San Martino a Socchieve con affreschi del 1493; San Biagio a Mediis; San Giacomo a Priuso; San Maurizio a Nonta e Sant'Anna a Feltrone. Ma vi si può andare anche per artigiani del gusto di prima qualità: a Socchieve i caprini di Sante Rugo e la farina di polenta la Socchievina di Fiorindo Mazzolini; a Enemonzo i formaggi di Giuseppe Rugo, che ha ridato attualità alla storia del "formadi salat"; a Colza di Enemomzo il "formadi frant San Juri".  Continua a leggere

Gorizia: inaugurato ieri il doppio circuito per la sicurezza stradale 27/03/11


di Christian Seu

 
 Educare i più piccoli al rispetto delle norme sulla sicurezza stradale, non soltanto sui libri ma anche in pista, all'interno di un'area protetta dove sono perfettamente ricostruite le normali condizioni delle strade cittadine. E' stato inaugurato ieri mattina, alla presenza del motociclista Roberto Locatelli (campione del mondo della 125 nel 2000), il nuovo campo scuola permanente di educazione stradale, realizzato dalla Provincia di Gorizia grazie al contributo della Regione. L'impianto, che si estende su una superficie di 4.300 metri quadrati, sorge a ridosso dello stabile che ospita gli uffici della Motorizzazione civile, a pochi passi dall'imbocco del raccordo Villesse-Gorizia Continua a leggere

Udine: ritrovate le targhe rubate delle scuole, burloni (?) a rischio


di Anna Rosso

Sono state ritrovate le quattro targhe sparite nella notte tra sabato e domenica dagli ingressi di quattro scuole superiori udinesi: l'istituto d'arte Sello, il liceo classico Stellini, lo scientifico Copernico e l'istituto tecnico industriale Malignani. Ma il mistero rimane. I responsabili di questi singolari furti, infatti, non sono ancora stati individuati e, quindi, non si conoscono nemmeno le motivazioni per le quali hanno agito così. Del caso ora si stanno occupando i carabinieri del Nucleo investigativo, che, almeno per il momento, concentrano i loro sospetti negli ambienti studenteschi, pur non escludendo altre piste. Le insegne in ottone sono state ritrovate ieri notte vicino all'ingresso Continua a leggere

Udine: “Il ritratto di Maria” si presenta in Sala Aiace il 30/03/2011

Raff_30_03_11

Mercoledì 30 marzo, alle ore 18.00 nella prestigiosa cornice della Sala Ajace in Piazza Libertà a Udine si presenterà il libro “Il ritratto di Maria”, di Raffaella Cargnelutti, per Kappa vu edizioni.  Reduce dal grande calore e dal sorprendente successo di critica e di pubblica che ha riscosso in Carnia, il romanzo d’esordio della critica d’arte tolmezzina esce dai confini di “casa propria” per affrontare il confronto più impegnativo del pubblico udinese. L’iniziativa nasce sotto i migliori auspici con un programma particolarmente interessante. E’ ospitata, infatti, in uno dei salotti più prestigiosi di Udine e gode del patrocinio della Biblioteca Civica di Udine. Gli spunti di interesse sono dati dagli interventi di due figure di primo piano della cultura regionale, Romano Vecchiet, direttore della Biblioteca Civica Joppi di Udine e da Gilberto Ganzer, Direttore dei Civici Musei di Pordenone e dalle letture di Arianna Zani, accompagnate dalla chitarra di Alessio Velliscig. Continua a leggere

Udine: per salvare la squadra di pallacanestro servono 800 mila euro


di Umberto Sarcinelli

Sono ore decisive per il basket d’eccellenza udinese. La Pallalcesto amatori Udine sta tagliando i costi all’osso, e forse al midollo, per tentare di riaggiustare i conti economici di una stagione bifronte: risultati sportivi sbalorditivi e conti catastrofici. La società ha messo le mani avanti con i giocatori, in pratica "liberandoli" cioè non opponendosi a eventuali ingaggi per altre squadre. In questo modo ci sarebbero ulteriori tagli in quella voce stipendi che è la vera preoccupazione per il futuro. una situazione che si riflette sulla serenità della squadra, ormai matematicamente salva e a due punti dalla aritmetica certezza dei play off promozione. Williams, per esempio, il giocatore più rappresentativo degli arancione, è sembrato particolarmente nervoso in questi ultimi giorni. Continua a leggere

Friuli: l’italiano è lingua sempre maschilista


di SILVANA FACHIN SCHIAVI

Questa vuole essere anche una lettera aperta alla Preside della Facoltà di Economia dell'Università di Udine, professoressa Marina Brollo. Domenica 13 marzo ho letto con interesse sul Messaggero Veneto un suo intervento dal titolo "Quote rosa, finalmente" sulla legge che prevede le quote di donne nei vertici delle imprese italiane. Non è tuttavia sul problema pur importante delle quote che intendo soffermarmi, ma sul linguaggio sessista, cioè portatore della dominante ideologia maschile. L'incipit dell'articolo recita: Sono diventata «"la" preside di una facoltà dell'ateneo udinese…" con l'articolo femminile virgolettato e chiude con ordinario di Diritto del Lavoro che riproduce la qualifica che si trova sul sito dell'Università: «Professore ordinario di Diritto del Lavoro». Continua a leggere

Bardonecchia: Della Mea e Gentilli campioni italiani, Sgnaolin quarta


di Giancarlo Martina

Sono dei veri superGiganti i portacolori del Friuli Vg ai campionati italiani ragazzi e allievi di Bardonecchia (Torino). La lussarina Lara Della Mea, già vincitrice del titolo di categoria nello slalom gigante, ieri si è laureata anche campionessa italiana del superG, imitata, nella gara maschile, dall'udinese Francesco Gentilli. Ma non è finita il successo è stato completato dal bronzo conquistato da Elena Graffi Brunoro del Gruppo sportivo Sella Nevea nello slalom speciale della categoria allieve, una gara che ha visto Lisa Sgnaolin del Lussari terminare al quarto posto Continua a leggere

Friuli: Confagricoltura, Cia e Coldiretti non parteciperemo al Tavolo Verde convocato da Violino


dal MV di oggi

Claudio Violino sempre più solo. Dopo l'incontro con i capi-gruppo dei partiti di maggioranza del Consiglio regionale a Udine (il 14 marzo scorso), continua il braccio di ferro fra Coldiretti, Confagricoltura e Cia e la Regione. Al punto che i presidenti regionali di Coldiretti, Dario Ermacora, di Confagricoltura, Piergiovanni Pistoni e della Cia, Ennio Benedetti, hanno deciso di non partecipare al Tavolo Verde convocato dall'assessore regionale all'agricoltura Violino, per lunedì a Udine. Le ragioni del rifiuto sono spiegate in un documento congiunto inviato allo stesso assessore regionale e per conoscenza al presidente della Regione, Renzo Tondo Continua a leggere

Udine: Friuli Doc salvo grazie ai Patriarchi, i fondi dirottati dal progetto della Provincia


di Cristian Rigo

Friuli Doc è salvo. E l'edizione 2011 della kermesse enogastronomica sarà dedicata alle Terre dei Patriarchi. La Regione (attraverso l'Ersa) e la Provincia hanno infatti deciso di entrare a far parte della "squadra" di Friuli Doc insieme al Comune e ai "soci" storici che sono la Camera di commercio e la Confartigianato. Per la prima volta quindi, a gestire la regia dell'evento ci saranno tutte le principali istituzioni che ieri si sono impegnate anche ad aumentare i finanziamenti. Impresa tutt'altro che semplice visto che al momento ci sono soltanto 40 mila euro contro i 130 che la Regione aveva stanziato lo scorso anno. All'appello mancano quindi 90 mila euro Continua a leggere