Archivio mensile:Agosto 2007

x chi (come me) ha paura di volare

La paura di volare è comune a moltissime persone, a volte è solo un lieve disagio, a volte è qualcosa di così forte da impedire di affrontare un viaggio. Proviamo a dare qualche consiglio:

  • Mai arrivare in aeroporto troppo in anticipo, l’ansia della attesa potrebbe peggiorare la situazione
  • Chiacchierate con chi vi sta a fianco, potrebbe aiutarvi a non pensare
  • Portatevi a bordo un libro che vi piace molto e che non avete ancora letto..o anche le parole crociate. Vi aiuteranno a distrarvi
  • Ogni tanto alzatevi e sgranchitevi le gambe
  • Prendere un farmaco antichinetosi ovvero contro il mal di viaggio. Si trovano in farmacia
  • Mangiate quello che vi offrono a bordo ma state attenti a non appesantirvi con cibi troppo grassi o bevande alcooliche

Se invece la vostra ansia è molto più forte e non si può tenere a bada con queste semplici regolette, allora sarà il caso di seguire delle lezioni antipanico organizzate dall’Alitalia e Lufthansa.

Concludendo: x me è il titolo del post ad essere sbagliato. Io non ho "paura di volare" ma bensì PAURA DI CADERE 🙂

x il Sindaco Cuzzi nessun problema

Dal MV di oggi

Nessun danno all’immagine del Comune, nessun motivo di preoccupazione per la cittadinanza. Il sindaco di Tolmezzo Sergio Cuzzi ha le idee chiare sul trasferimento nel carcere di via Paluzza del boss mafioso Nitto Santapaola: «Alcuni anni fa – ha raccontato – ho avuto modo di visitare la sezione di massima sicurezza del carcere con il presidente della Commissione Giustizia e si tratta di un mondo a sé rispetto al resto della struttura». 
«Non c’è alcun modo di entrare in contatto con i detenuti, come invece può avvenire nel resto della casa di detenzione, dove spesso sono promosse iniziative per l’integrazione con la realtà esterna. È un vero e proprio carcere nel carcere ed è molto sicuro. Per questo – ha aggiunto il primo cittadino – credo sia giusto lanciare messaggi di distensione alla popolazione, che non si deve preoccupare».
Per Cuzzi, la presenza di Santapaola nel carcere di Tolmezzo non influisce in alcun modo sulla quotidianità della comunità locale, nemmeno da un punto di vista dell’immagine: «Come amministrazioni locali – ha precisato – dobbiamo collaborare nella lotta alla criminalità senza sollevare problemi. Quella di Tolmezzo è una casa di detenzione di massima sicurezza e già in passato ha ospitato personaggi di un certo calibro. Lo ripeto, non mi sento preoccupato».
Nessun allarmismo anche dal Procuratore di Tolmezzo, Enrico Cavalieri, che si è limitato a ricordare come «in passato siano già stati custoditi altri personaggi noti alle cronache nella struttura di via Paluzza». «È una cosa normale visto che si tratta di un carcere con una sezione di massima sicurezza, che è perciò strutturata per detenuti di questo tipo».
Nonostante la tranquillità dimostrata dai rappresentanti delle istituzioni, un po’ di preoccupazione in paese c’è, dovuta soprattutto alla figura di Santapaola, esponente di spicco della mafia siciliana. Per molti è sufficiente che il boss si trovi a pochi passi dal centro di Tolmezzo per sentirsi in soggezione e poco tranquilli.

Il giornalista che ha scritto l’articolo, si è però lamentato di non aver potuto parlare con la persona che (stranamente) si trovava alle spalle del sindaco mentre lo intervistava 🙂

Che faccio? Lo lancio?

Questo fine settimana a Savonlinna, una piccola località delle Finlandia, si sono svolti i Campionati mondiali di lancio del cellulare una simpatica competizione nata nel 2000.

Il Mobile Phone Throwing World Championships negli anni è riuscito a diventare un evento di interesse internazionale dove diverse categorie prendono parte per sfidarsi in un appuntamento che coniuga allegria, sport, tecnologia e cazzeggio.

Nella competizione è da segnalare Taco Cohen, un giovane olandese di 19 anni, autore di una performance acrobatica nella categoria "Freestyle – individual" che oltre ad aver entusiasmato il pubblico gli ha permesso di posizionarsi al vertice della categoria.

Nella categoria più ambita, "Original – individual men" ha vinto Tommi Huotari "Non avevo mai lanciato un telefonino finora, avevo partecipato a una gara di lancio di patate", ha commentato l’ingegnere finlandese di 38 anni.

Acqua a peso d’oro.

Non è una novità, ma sarà perchè in vacanza si và + spesso del solito al ristorante, questa cosa sta veramente facendo arrabbiare parecchie persone.

Un litro d’acqua (all’inizio vacanza) in un qualsiasi ristorante l’ho pagata 2 Euro e vabbè; ieri ben 2,4 euro e per una bottiglia da 0,75 cl. Forse (dico forse) avevo scritto in faccia "finedelleferie" 🙂 ? Preferirei pagare di + altre cose tipo il coperto se il locale merita, ma lucrare su un bene comune come l’acqua e spacciartela a oltre 10 volte il prezzo del supermercato, fa veramente incazzare.

Ps: e per fortuna che ormai nessuno ti spaccia per acqua minerale l’acqua microfiltrata, altro furto con destrezza.

In compagnia di un ombra

Sei a casa e senti nostalgia di un amico. E’ sufficiente guardare la lampada e questa, come una sorta di genio di Aladino, ti evocherà l’immagine della persona cara, ma per educazione la tradurrà in una semplice ombra: si tratta di un’invenzione giapponese, che coniuga tradizione e futuro, tutto all’insegna del gusto estetico. E’ stata infatti presentata alla Siggraph computer graphics convention di San Diego una lampada, o andon come dicono i giapponesi, molto social e poco invadente. Si chiama Teleshadow ed è la lampada giapponese inventata per restare in contatto con gli amici lontani. Basta inserire una smart card nella base e la lampada proietterà l’ombra della persona a cui si sta pensando. Insomma, sarà come vederla con una webcam, ma per rispetto della privacy, intuendone solo vagamente la figura.

Io già mi vedo in compagnia dell’ombra di Jennifer Lopez …. e che ombra!

Il marmo di Verzegnis

Inaugurata a Verzegnis la via storica del marmo rosso. Il progetto “la via storica del marmo di Verzegnis” si inserisce nell’ampio contesto della salvaguardia e valorizzazione delle risorse ambientali e storiche locali, è il recupero di uno degli esempi di archeologia industriale in Carnia.

Il progetto è stato realizzato grazie a contributi concessi al Comune di Verzegnis con l’intento di recuperare, tutelare e valorizzare il patrimonio archeologico-industriale del Friuli Venezia Giulia. Con questa iniziativa si mira alla conservazione ed al recupero delle testimonianze, in sito e documentali, dell’attività estrattiva del marmo di Verzegnis per mettere in risalto l’intrinseca ricchezza storica e culturale dei segni del passato ancora leggibili sul territorio, nonché preservarne la memoria. L’obiettivo del progetto è la creazione di un museo all’aperto di archeologia industriale, attuato recuperando percorsi e manufatti un tempo parte integrante del processo estrattivo.

In particolare si è operato, per ora, sul tratto centrale della struttura produttiva, con esclusione dell’edificio di arrivo a valle della teleferica e degli edifici nel sito della cava, che necessitano di interventi finanziari più impegnativi per i quali si auspica un secondo lotto di lavori.
Lungo il percorso sono stati individuati sette punti focali, in prossimità dei quali sono state posizionate bacheche con cartellonistica esplicativa. Nel contempo sono stati recuperati pure antichi sentieri, che sono stati posto in sicurezza: dalla partenza della teleferica alla lissa e dalla lissa a casera Presoldon; dal bivio tra la nuova strada per la cava – dove inizia la decauville – a Colle dei Larici e da lì al bivio con la strada per la cava.

Il mio nuovo CD

Nel mio lettore CD per tutto questo periodo ferragostano, ci sono stati i provini definitivi del mio nuovo disco, che dovrebbe vedere la luce a novembre 2007 (nuovo singolo a metà ottobre) così almeno spero. Sarà album con 14 canzoni INEDITE e nuove di pacca e tutte in Marilenghe, scritte in meno di un anno e, tenendo conto che da febbraio 2006 oltre che a scirvere i nuovi pezzi ho fatto la promozione del mio precedente CD, scritto brani come quello per l’Udinese, realizzato 3 video, gestito un blog, il sito ….. be vate un po voi….

Il disco sarà molto diverso da "Mior Curte", anche se ci saranno almeno 4 brani moooooolto divertenti, ma molto + canzone standard e meno curtes; una canzone (sull’essere Friulani) darà il titolo all’album che si chiamerà "Furlan".

Provini definitivi vuol dire che non si toccano + testi o linee melodiche e che l’attenzione si concentra sui particolari del missaggio, sulla sequenza che i brani avranno sul CD e sulla scelta dei singoli che dovranno far conoscere il disco. Qui c’è già stato un cambiamento perchè il singolo di ottobre dovrebbe essere "Brake chel cjan" e non "Furlan", brano che farà da secondo singolo a gennaio 2008. Dato che ci sono vi posto i titoli dei brani che comporranno il disco:

Brake chel cjan
Furlan
Desire (già preascoltabile su www.myspace.com/aldorossi)
Cuiet
Viers di me
A là sù (già preascoltabile su www.myspace.com/aldorossi)
Su pa muse
ICE1
Gno pais
Zucar
Vie pa not
Cûl materas
Masse facil
Volte e zire

Quanto costa la mela

La città di Tolmezzo punta sulla Festa della mela e affida l’organizzazione delle sua dodicesima edizione al Consorzio Porta della Carnia ritenuto soggetto di riferimento per l’amministrazione comunale.

Una decisione già annunciata, in quanto l’amministrazione comunale aveva già a suo tempo affidato al consorzio, di cui il comune è socio fondatore, di redigere un programma dettagliato dell’edizione 2007. Alla giunta comunale della città carnica è pervenuto quindi il programma dettagliato, che richiede investimenti per circa 49 mila euro. L’amministrazione tolmezzina ha deliberato quindi pure un sostegno finanziario da destinare al Consorzio Porta della Carnia di 23 mila euro, di cui 10 mila per conto della Provincia di Udine, per sostenere l’onere organizzativo che viene condiviso anche dall’Ascom provinciale, dalla Comunità montana della Carnia e dalla direzione regionale del commercio e turismo. Con queste premesse la giunta ha deliberato, con gli estremi di urgenza per consentire l’avvio delle attività preliminari per l’organizzazione della manifestazione, di affidare l’incarico al Consorzio di cui il Comune è socio fondatore e di contribuire alle spese di organizzazione.