Archivio mensile:Novembre 2011

Spilimbergo: suino nostrano, suino geneticamente friulano

“Il progetto di qualificazione del suino friulano è la dimostrazione che l’innovazione tecnologica e la ricerca in agricoltura sono importantissime per riuscire ad affrontare al meglio le sfide che ci attendono nel futuro”. Lo ha affermato l’assessore regionale ale Risorse agricole, Claudio Violino, intervenendo questa sera a Spilimbergo (all’Azienda agricola Avoledo) alla presentazione del progetto “Geneticamente Friulano”, avviato quattro anni fa per la qualificazione genetica dei suini. Il convegno è stato organizzato dall’Associazione Allevatori del Friuli Venezia Giulia. Violino ha espresso apprezzamento per i risultati del progetto, anche in ottica produttiva: “Di questo tipo di ricerche può a pieno titolo beneficiare l’intera filiera del suino –br– dall’allevatore al macellatore al trasformatore. Inoltre – ha concluso l’assessore – avere la possibilità di trasformare carni di suini nati e allevati interamente in Friuli Venezia Giulia rappresenta un valore aggiunto per l’intero settore”.
A quattro anni dall’avvio del progetto molti passi in avanti sono stati fatti. Grazie all’ambizioso disegno sperimentale sono stati infatti coinvolti tutti i settori della filiera, dall’allevamento alla trasformazione delle carni, alla stagionatura dei prodotti ottenuti nell’ambito della DOP San Daniele. Negli ultimi due anni sono state impiegate tecnologie e metodiche nuove, alcune delle quali sono poi state adottate a livello industriale mentre altre stanno suscitando il forte interesse di enti e consorzi nazionali.
Forti di queste esperienze, l’Associazione Allevatori ha organizzato, nel più importante giorno della tradizione suinicola friulana – da ricordare il detto “Sant’Andree il purcit su la bree” – un appuntamento in grado di coniugare l’innovativo lavoro di ricerca con il sapore della tradizione friulana.
Al convegno sono intervenuti Luca Vadori e Oliviero Della Picca, rispettivamente presidente e direttore dell’associazione allevatori del Friuli Venezia Giulia, il professor Bruno Stefanon, preside della Facoltà di medicina Veterinaria dell’Università di Udine, i professori Giuseppe Comi e Lucilla Iacumin sempre dell’Università di Udine, il dott. Marco Bassi dell’Associazione Allevatori e Francesco Ciani, Direttore dell’INEQ.

Bagnaria Arsa: Spunta un’altra antenna, la protesta dei residenti

 

di Sandro Sandra

Nello spazio di sette giorni si sono visti innalzare davanti alle proprie case una antenna per la telefonia. La struttura, alta una trentina di metri, è stata posizionata in via Palmada appena fuori dell’abitato di Bagnaria in uno spazio diietro il centro sportivo. A un centinaio di metri sorge il plesso scolastico delle elementari. aProprio non ce la aspettavamo – commenta un abitante di via Palmada- di vederci sovrastare da un momento all’altro da questa mastodontica antenna. Abbiamo chiesto lumi all’amministrazione comunale, ma all’ufficio tecnico non hanno saputo darci risposte esaurienti e convincenti». La stessa persona che abita a dieci metri dalla struttura in discussione evidenzia poi il pericolo derivato dalle onde elettromagnetiche. Continua a leggere

Friuli: ecco le variazioni dei prezzi al consumo per Udine e Trieste a novembre 2011


Nel mese di novembre i prezzi al consumo a Udine sono cresciuti rispetto al mese precedente dello 0,2 per cento e del 3,4 per cento rispetto allo stesso mese del 2010. Lo rende noto la Direzione generale, Unita’ organizzativa studi e statistica del Comune. In particolare la voce che registra un incremento maggiore e’ Prodotti alimentari e bevande analcoliche: +1,2% su base mensile e +4,6 su base annua; al contrario, la sezione che fa registrare il calo piu’ sensibile e’ Servizi ricettivi e ristorazione (-0,8%). Invariata Bevande alcoliche e tabacchi (0,0%) e Servizi sanitari e sperse per la salute (0,1%). Cala anche Ricreazione, spettacoli e cultura (-0,7%).

Peggiore la situazione nello stesso periodo a Trieste.
Nel mese di novembre 2011 la stima provvisoria dell’indice dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC) del Comune di Trieste ha registrato un +0,1% rispetto ad ottobre 2011 e un +3,7% rispetto a novembre 2010 (Nel precedente mese di ottobre la variazione congiunturale era stata +0,6% e la tendenziale +3,6%). Prodotti alimentari e bevande analcoliche (+1%; +4,6%) è il capitolo che registra la più alta variazione mensile con l’aumento soprattutto di frutta +5,5% e vegetali +2,5%. Abitazione, Acqua, Energia Elettrica e Combustibili (+0,6%; +7%) registra la più alta variazione annua (gasolio per riscaldamento +3,9%). Registrano un calo, invece, innanzitutto il capitolo Servizi Ricettivi e di Ristorazione (-0,8%; +4,1%); poi a seguire Ricreazione, spettacoli e cultura (-0,5%; -0,3%). Invariati i capitoli Istruzione, Servizi sanitari e spese per la salute.

Cividale: matrimoni in città è boom di richieste x le cerimonie nuziali nei luoghi d’arte

 

Scommessa vinta, quella della giunta Balloch: le cerimonie nuziali nei luoghi d’arte – chance offerta dalla città ducale da alcuni mesi e pressoché unica, su scala regionale – piacciono, attirano. Al di là delle attese. Da quando Cividale ha lanciato il modello di un “sì” immerso nella storia (quella, plurisecolare, dell’ex monastero di Santa Maria in Valle), sugli uffici municipali fioccano richieste per la celebrazione di matrimoni. «Trenta riti, da aprile», comunica il primo cittadino. «E molte altre nozze – rende noto – sono in programma entro la fine dell’anno». Naturalmente non solo di cividalesi si tratta, anzi. Le domande arrivano da tutto il Friuli Venezia Giulia, e oltre: «Nella cornice di Santa Maria in Valle – racconta il sindaco – si sono sposate anche sei coppie straniere.

Continua a leggere

Friuli: Festa in tutta la regione per Sant’Andrea e “il purcìt su la bree”

 

Sant’Andrea, in casa nostra, ha uno stretto collegamento calendariale con il purcitâ, l’uccisione, un tempo nel cortile della casa colonica, del maiale. C’è tanto di proverbio che sentenzia A Sant’Andree il purcìt su la bree. È così che nei giorni intorno al 30 novembre il maiale, allevato nelle aie friulane, veniva messo sul tavolato per essere prima ucciso e poi lavorato dalle esperte mani dei norcini, un mestiere che sopravvive ancora in molti paesi del Friuli. C’è addirittura un albo dei norcini che registra ben 101 rappresentanti di questo lavoro che ancora esercitano. È stato istituito a Fagagna, nel 2006, in occasione di una giornata dedicata alla cultura del maiale, ospitata nel Museo della civiltà contadina di Cjase Cocèl. Il maiale un tempo, ma ancora oggi, è un vero e proprio salvadanaio perché tutte le parti dell’animale sono commestibili. Nella vita contadina rappresentava una sicurezza. Continua a leggere

Friuli: niente neve, Promotur posticipa all’8 dicembre l’apertura della stagione

Promotur ha deciso di posticipare all’8 dicembre l’apertura della stagione invernale e di prorogare la prevendita sino al 6 dicembre. Tali decisioni sono maturate per le condizioni climatiche di questi giorni con l’assenza di neve e temperature al di sopra della media stagionale. ”Purtroppo – ha detto il presidente della societa’, Stefano Mazzolini – il meteo non ci consentira’ di aprire nel weekend del 3-4 dicembre come da programma. Dal 5 Continua a leggere

Carnia: un volo in deltaplano contro la sclerosi

 

 di Federica Barella

Voleva trovare un modo diverso per “festeggiare”, a modo suo, gli ultimi 25 anni trascorsi con una malattia invalidante come la sclerosi multipla. E così, qualche giorno fa, complice una delle ultime giornate tiepide d’autunno e la collaborazione dei ragazzi del Volo libero Carnia di Cercivento, Silvia Furlani (poco più che cinquantenne) ha provato l’ebbrezza del volo in deltaplano, in accoppiata con Suan Selenati. Venti minuti di brividi e di emozioni fortissime. Venti minuti per compiere un dislivello da paura in una discesa di oltre 900 metri, dal monte Quarnan fino a fondovalle a Gemona. Venti minuti per rivivere 25 anni di lotte, dolori, lacrime, vittorie e sconfitte. «C’è chi festeggia gli anniversari di matrimonio – scherza Silvia Furlani -. Io purtroppo e per fortuna ho questo legame da “festeggiare” e non potevo proprio mancare questo appuntamento» I primi malesseri Silvia Furlani li ha accusati nel 1986. Nessuno riusciva a capire Continua a leggere

Comeglians: il Tribunale obbliga il comune, servizio idrico a Carniacque

 di Tanja Ariis

Il Comune si arrende e con il 2012 affida la gestione del servizio idrico integrato a Carniacque, in esecuzione della sentenza esecutiva del Tribunale Superiore delle Acque Pubbliche di Roma del 2010. Lo annuncia il sindaco di Comeglians, Flavio De Antoni, che con la sua giunta ha appena formalizzato il cambio di gestione. Comeglians era stato uno dei 4 Comuni “resistenti”, con Forni Avoltri, Cercivento e Ligosullo, che avevano mantenuto la gestione in economia del servizio idrico integrato rivendicandone la facoltà per i Comuni con meno di 1000 abitanti. La decisione era stata assunta nel 2006 dal Consiglio comunale di Comeglians secondo cui la delega del servizio a Carniacque avrebbe comportato anche una drastica diminuzione delle entrate nelle casse del Comune, non compensata dalla riduzione dei costi di gestione del servizio. Il Comune «è ricorso – spiega De Antoni – contro l’Aato Centrale Friuli Continua a leggere

Carnia: dalla Clerici a Rai1 Daniele Cortiula, la “prova” del carnico

di Gino Grillo

Un altro carnico alla corte di Antonella Clerici alla Prova del cuoco trasmessa su Raiuno. Il tolmezzino Daniele Cortiula, 40 anni, sarà sul piccolo schermo da domani a fianco della bionda conduttrice del fortunato programma in onda a mezzogiorno. Un ulteriore omaggio alla cucina della nostra regione: prima di Cortiula ai fornelli con la Clerici si sono succeduti Fulvio De Santa, di Forni di Sopra, attualmente a Verona, e lo chef Paolo Zoppolatti, del ristorante “Al Giardinetto” di Cormons. Cortiula, dopo aver frequentato la scuola alberghiera di Aviano, dove muove i primi passi in cucina sotto la guida degli chef Renzo Doriguzzi e Giomaria della Fiorentina, ha la fortuna di approdare alla corte di Gianni Cosetti, che nel ristorante Roma di Tolmezzo, Continua a leggere

Tavagnacco: prove di simulazione, giovani guidatori “virtuali” con emozioni del tutto reali

 

Guidare una Ferrari, una Gp2 o un’Audi è il sogno di chiunque, ma non tutti possono permetterselo. A Tavagnacco esiste un’azienda dove è possibile testare la macchina dei desideri. Per ora Vi-Grade è una ditta specializzata in simulazioni per piloti professionisti,

 

Continua a leggere