Archivio tag: pro loco

Sauris: ecco la nuova Pro loco, per Natale primo banco di prova

di Gino Grillo.
È stata costituita la nuova Pro loco Sauris Zahre. Dieci i soci fondatori, nove dei quali sono confluiti nel consiglio di amministrazione, mentre Cristian Pravato ha preferito non farne parte pur dando il proprio fattivo contributo. Il presidente è Matteo Domini, vice Mattia Da Rin Zoldan, mentre i consiglieri sono Federico Colle, Alessandro Colle, Alessandro Abate, Denis Burba, Manuel Pravato, Flavia Schneider e Arianna Colle. «Una compagine di giovani – ha spiegato il neo presidente – composta per lo più da ragazzi dai 22 ai 26 anni, con qualche over 30 a dare man forte». La decisione di ricreare una Pro loco nasce dall’esigenza di dare al paese un punto di riferimento univoco per la varie iniziative che il Comune intraprende nel corso dell’anno. «Non tratteremo solamente eventi che vanno a vantaggio dei turisti, ma vogliamo rappresentare – prosegue il presidente – un punto di riferimento anche per la cultura, la tradizione e il tempo libero della gente del posto per aumentare la qualità della vita nella valle del Lumiei». il primo banco di prova al quale sono ora chiamati è “A Sauris è Natale” con relativo mercatino in programma dal 5 all’8 dicembre prossimi. In seguito si accolleranno le altre manifestazioni, fra le quali la famosa Festa del prosciutto che si tiene in estate. La sede attuale della Pro loco è posta a Sauris di Sotto Terminal, 91/A.

Gemona: la Pro loco cancella l’Agosto medievale 2012, ripensamento solo con nuovi fondi

di Maura Delle Case

Dopo aver rischiato di veder cancellare l’edizione 2011 della festa della zucca di Venzone, quest’anno l’incertezza investe la più storica delle manifestazioni estive della pedemontana, una delle più amate e seguite di tutta la regione. A rischio è infatti l’agosto medievale di Gemona e in particolare la tre giorni di “Tempus est jocundum” con l’elezione della dama castellana, eventi capaci di richiamare migliaia di visitatori anche da fuori regione. Quest’anno l’appuntamento con la rievocazione storica, che dilaga in tutti gli angoli del centro per culminare, ogni sera, nella pioggia di fuochi d’artificio dal campanile del Duomo, potrebbe essere cancellata a causa delle difficoltà economiche in cui versa l’organizzatrice Pro Glemona, che si è vista costretta a tagliare sia la rassegna “Castelanimato” che la “Festa del Pane”. La notizia è di ieri pomeriggio, data a malincuore dalla presidente Sara Mardero durante l’assemblea dei soci. «Considerata la crisi, che si ripercuote anche sulle realtà associative come la nostra, sia in termini di minori contributi da parte del Comune, che da parte degli enti sovraordinati e degli sponsor, nel 2012 dovremo purtroppo rinunciare a Sant’Antonio e a Castel Animato, mentre a rischio è Tempus», ha detto Mardero, precisando, in relazione all’agosto medievale, che «già nella passata edizione si sono contate minori entrate da contributi pubblici per circa 10 mila euro a cui si deve sommare il “flop” della terza giornata che ha fatto lievitare le perdite a 15 mila euro». «Cifra che – continua – si ripercuote pesantemente nel passivo di fine esercizio». La decisione di non inserire Tempus nel programma delle manifestazioni 2012 non è stata presa a cuor leggero, «adesso si tratterà di valutare – conclude la Mardero – assieme a enti e associazioni del territorio nonché agli esercenti della città la fattibilità della manifestazione».

articolo dal sito del Messaggero Veneto