Crea sito

Schonach: Pittin ritorna tra i big della Coppa del mondo, sesto a pochi secondi

Alessandro Pittin

di Giancarlo Martina.

Nella località tedesca di Schonach Alessandro Pittin, ieri sesto all’arrivo a 7” dal vincitore, il francese Jason Lamy Chappuis, ha confermato di essere sulla buona strada per ritornare tra i protagonisti della Coppa del mondo di combinata nordica. Ad un certo punto si è messo nella scia del francese e pareva potesse mirare al terzo posto, ma nel finale il finanziere di Cercivento ha dovuto cedere qualche secondo e accontentarsi, si fa per dire, di assistere alla volata dalle spalle di Chappuis, tra il tedesco Rydzek (2°) e il giapponese Watabe (3°) e di ottenere un ottimo piazzamento tra i migliori dieci, zona che sabato aveva sfiorato. Dopo il recente secondo posto nella gara a coppie (con Samuel Costa) di Ramsau ecco, dunque, un altro segnale che annuncia il crescendo di forma dell’atleta di Cercivento che alle Olimpiadi di Sochi dovrà difendere lo storico bronzo storico vinto a Vancouver nel 2010. Purtroppo, Alessandro nelle due ultime travagliate stagioni ha dovuto fare i conti con una serie di infortuni, ma anche nella Gundersen di ieri, ha confermato ciò di cui è capace sugli sci stretti. Per il salto è stato tenuto buono il risultato del Previsional round, quindi, il carnico è partito nella 10 km di fondo in 23ª posizione, a 56” dalla “lepre”, il norvegese Klemtsen ed ha chiuso 6° a un manciata di secondi dal vincitore. Degli azzurri è andato a punti anche Samuel Costa, 23º. Colloredo indietro. In questa prima parte di stagione, nella Coppa del mondo di salto, stenta a trovare il giusto feeling con il trampolino il tarvisiano Sebastian Colloredo, ieri solo 45° (46° sabato) a Engelberg, in Svizzera. Da registrare a Lahti (Finlandia), in Continental cup, il 38° posto di Federico Cecon e il 53° di Andrea Morassi. Godino ok. Ancora a punti nella Coppa del mondo di snowboardcross il goriziano Michele Godino, 19° a Lake Louise (Canada). Buzzi a punti. Sulla mitica pista di Madonna di Campiglio in evidenza il forestale Emanuele Buzzi, che dopo avere disputato una onorevole Universiade, ieri ha colto i suoi primi punti di Coppa Europa classificandosi, terzo italiano, 23° nella discesa continentale. Vittoria dello svizzero Nils Mani e 4° Paolo Pangrazzi, primo degli italiani. Galassi quarto. Oltre, alla vittoria nella sprint e il secondo posto nell’individuale conseguiti da Lisa Vittozzi, nella tappa di Alpen Cup di biathlon di Obertilliach (Austria), ottimo il 4° posto tra i seniores di Michael Galassi nella gara individuale.