Crea sito

Tolmezzo: Betania continua a crescere è la frazione dei giovani

di Tanja Ariis.
Betania continua a crescere:nel 2015 ha registrato 8 abitanti in più, raggiungendo i 1.104 residenti. In sei anni sono aumentati di 94 unità. Molte sono le giovani coppie che scelgono Betania per viverci, preferendola anche al capoluogo. Inoltre ben 195 dei suoi abitanti hanno un età sotto i 18 anni. Anche per questo molte richieste della consulta frazionale al Comune riguardano interventi per tali residenti. Il presidente della consulta, Mauro Migotti, commenta: «Betania continua a crescere in residenti, a differenza del capoluogo e di quasi tutte le frazioni. Merita quindi le dovute attenzioni». Migotti accoglie con favore la notizia del contributo regionale per le Zone 30 a tutela del transito ciclopedonale, specie vicino alle scuole. Rileva però anche che «una delle priorità che abbiamo ricordato di nuovo al sindaco nella riunione del 16 novembre è una zona pubblica da adibire a campetto sportivo della frazione. Abbiamo sottolineato che la cittadinanza chiede un “campetto di sfogo” e che l’area adatta poteva essere una zona all’interno dell’ex Tiro a segno nazionale»(di cui mesi fa il Comune ha ottenuto l’assegnazione in concessione) di proprietà del Demanio dello Stato. «È adiacente alle scuole e centrale. Abbiamo così chiesto al Comune di domandare l’autorizzazione agli uffici competenti per potervi effettuare un’approfondita pulizia, tagliando qualche pianta di pino nero, per adattare l’area a campetto sportivo e fare così anche gli interventi di pulizia previsti nella convenzione che il Comune ha stipulato con il Demanio. Dopo oltre un mese e mezzo pare non sia nemmeno stata inoltrata la richiesta, sollecitata altre volte al sindaco e alla vicesindaco. Con una spesa minima di circa 3 mila euro – osserva – la consulta e i volontari dell’Apc Betania avrebbero effettuato un primo intervento sull’area, oggi degradata e “habitat” di topi e serpentelli. Con l’autorizzazione a iniziare il taglio delle piante si potrà rimuovere a inizio primavera le ceppaie e livellare il terreno». In una zona del tiro a segno in questi giorni è stata invece rimossa la guaina catramata, che ora sarà smaltita dal Comune (in quanto si è assunto l’onere della pulizia dell’area), «cioè – osserva – a carico della collettività». Migotti considera poco percorribile anche l’ipotesi avanzata dall’assessore Alfonso Fasolino nel marzo scorso: «asseriva che questa convenzione avrebbe permesso al Comune di realizzare la viabilità programmata di collegamento tra via Palmanova con via Illegio entro ottobre».